direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Ricardo Merlo (Maie) incontra Stefano Parisi (Energie per l’Italia) e Gianni Alemanno (Polo Sovranista)

MOVIMENTI POLITICI

Il presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero si propone una maggior presenza anche in Italia: “Porta aperta a future collaborazioni sulla base di programmi condivisibili”

 

ROMA – Ricardo Merlo, presidente e fondatore del Movimento Associativo Italiani all’Estero (Maie), deputato eletto nella ripartizione America meridionale, ha incontrato nei giorni scorsi Stefano Parisi, già candidato a sindaco di Milano per il centro-destra e fondatore di “Energie per l’Italia”, e Gianni Alemanno, tra i protagonisti della nuova formazione “Polo Sovranista”, che riunisce Azione Nazionale e La Destra.

All’impegno per “mettere a punto una struttura capillarmente radicata in tutti i paesi esteri” il Maie si propone infatti una maggiore presenza anche in Italia, per cui “è importante parlare con tutti, ascoltare tutti e far conoscere il nostro progetto il più possibile – afferma Merlo.

Con Stefano Parisi, “abbiamo parlato di movimenti e abbiamo in comune l’idea che si debbano superare le vecchie ideologie e si debba portare nella politica un’offerta di rinnovamento, a partire dalle idee e dal modo con cui si parla con le persone – segnala il presidente del Maie, rilevando come Energie per l’Italia “si rivolge ad un elettorato moderato, liberale e popolare, alternativo a Renzi e a Grillo” e “non contro gli attuali partiti del centrodestra”.

All’incontro con Gianni Alemanno ha partecipato anche Mario Borghese, anch’egli deputato eletto per il Maie nella ripartizione America meridionale. “Alemanno – segnala Merlo – ci ha invitato al Congresso che pone le basi di un nuovo movimento unitario di tutte le forze politiche che credono nella sovranità nazionale e popolare”. Con quest’ultimo vi è stato “uno scambio di opinioni che ha toccato vari argomenti internazionali ed interni, dalla visione di una alternativa all’euro, alle possibili conseguenze di un’uscita dall’Europa, alle questioni legate alle prossime elezioni politiche”. “Con entrambi questi leader – fa sapere Merlo – abbiamo lasciato la porta aperta a future collaborazioni sulla base di programmi condivisibili”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform