direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Riapre ai visitatori Palazzo Borromeo, sede dell’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede

RETE DIPLOMATICO-CONSOLARE

Ogni secondo e quarto venerdì del mese l’iniziativa “Aperti per Voi” in collaborazione con il Touring Club Italiano

ROMA – Dopo lunghi mesi di chiusura, i luoghi “Aperti per Voi” del Touring Club Italiano riaprono nel rispetto delle normative per la sicurezza, per restituire al pubblico una parte significativa dello straordinario patrimonio culturale che l’Italia ha da offrire.

A Roma, i soci volontari del Touring Club Italiano sono tornati ad accogliere i visitatori di Palazzo Borromeo, come avviene dal dicembre 2017 grazie alla collaborazione con l’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede. Importanti novità sono oggetto della visita che, dalla riapertura, è l’occasione per ammirare “Contemporanei a Palazzo Borromeo. Arte e design nell’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede”. Il progetto promosso dall’ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede Pietro Sebastiani e curato dall’architetto Cristina Mazzantini nasce con l’intento di aggiornare lo stretto legame con l’arte, la cultura e i manufatti che hanno caratterizzato la lunga storia di Palazzo Borromeo e di arricchirne gli interni, il chiostro e i giardini, con opere d’arte di grandi artisti italiani contemporanei, che si aggiungono alle opere di maestri della tradizione. Gli interni, in particolare, sono punteggiati da esempi dell’eccellenza del design italiano degli ultimi settant’anni, capace di inserirsi armoniosamente negli arredi esistenti e di migliorare allo stesso tempo gli aspetti funzionali di varie sale.

Da venerdì 25 giugno è possibile prenotare la propria visita ogni secondo e quarto venerdì del mese (le prossime date sono il 9 e 23 luglio) in due fasce orarie, ore 10:00 e ore 12:00; la visita è gratuita, ma è necessaria la prenotazione al ProntoTouring (tel. 02.8526266, da lunedì a venerdì 9-13).

“Accolgo questa riapertura carico di speranza e ringrazio i nostri volontari – afferma Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano – che donano parte del proprio tempo libero per garantire costantemente l’accessibilità di siti culturali solitamente chiusi al pubblico. Un impegno il loro che oggi, nella situazione complessa che stiamo vivendo, è ancora più necessario e prezioso. Noi vogliamo ripartire proprio da qui – conclude Iseppi – dalla bellezza, dalla cultura e dalla cura del patrimonio unico e straordinario che custodiamo”.

Dal 2005 il Touring Club Italiano, con l’iniziativa Aperti per Voi, favorisce l’apertura sistematica e continuativa di luoghi d’arte e cultura (musei, aree archeologiche, palazzi storici, chiese) solitamente chiusi al pubblico o visitabili con orari altrimenti limitati. L’obiettivo è quello di promuovere e diffondere la conoscenza dei beni culturali grazie all’accoglienza dei soci volontari del Touring che, con entusiasmo e passione, curano l’attività informativa di orientamento nei luoghi. Il Touring Club Italiano “adotta” i luoghi e, in accordo con gli enti proprietari, collabora per garantire l’accesso a un ampio pubblico di visitatori, valorizzare i beni culturali e creare senso di appartenenza tra i volontari (cittadini) e il patrimonio culturale della città.

Oggi i luoghi Aperti per Voi in tutta Italia sono oltre 80 in 33 città, i volontari 2.200 e i visitatori da loro accolti oltre 18,5 milioni. Nel 2010 Aperti per Voi ha ricevuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; nel 2012 Giorgio Napolitano ha conferito ad Aperti per Voi l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica; da giugno 2015, per volontà del Presidente Sergio Mattarella, i soci volontari del Touring accolgono i visitatori nel Palazzo del Quirinale.

Il Touring Club Italiano è un’associazione privata senza scopo di lucro che chiede ai suoi soci – destinatari e attori della missione – di essere protagonisti di un grande compito: prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente. Per questo il Touring Club Italiano contribuisce a produrre conoscenza e a tutelare e valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico e culturale e le eccellenze economico produttive dei territori, attraverso il volontariato diffuso e una pratica turistica del viaggio etica, responsabile e sostenibile. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform