direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Rai Italia, a Natale l’appuntamento con “Italian Beauty” diventa d’autore

MAGAZINE

Dal 25 dicembre al 5 gennaio dieci appuntamenti per conoscere i migliori documentari della Rai e raccontare personaggi, storie, luoghi e bellezze d’Italia

 

 

ROMA –  A Natale l’appuntamento con “Italian Beauty” diventa d’autore.  Dieci appuntamenti per conoscere i migliori documentari della Rai e raccontare personaggi, storie, luoghi e bellezze d’Italia. Ogni documentario è accompagnato da un’intervista con il regista, l’autore o uno dei protagonisti.

Ultima settimana del 2017

Lunedì 25 dicembre .Campane d’Europa, regia Carlos M. Casas. Il primo appuntamento di Italian Beauty con il documentario d’autore è una storia che non riguarda solo l’Italia, ma tutta l’Europa. Quali sono oggi i rapporti fra cristianesimo e cultura europea? Attraverso una serie di interviste originali con le maggiori personalità religiose cristiane, si indaga sulle radici del cristianesimo europeo, nelle sue diverse declinazioni: con l’aiuto di Papa Emerito Benedetto XVI, del Patriarca ecumenico Bartolomeo I, del Patriarca di Mosca Kirill e dell’arcivescovo di Canterbury Rowan Williams.

Martedì 26 dicembre. Quartieri Cinesi, regia Bruno Oliviero.Secondo appuntamento di Italian Beauty con il documentario d’autore, per capire come sta cambiando la società italiana nel terzo millennio. Si va all’interno della comunità cinese partenopea, una delle più numerose in Italia, per capire la sua origine, i processi di integrazione, il contesto sociale e il confronto con una cultura locale, quella napoletana, profondamente radicata nel territorio.

Mercoledì 27 dicembre. I believe in miracles, regia Irish Braschi.Un progetto creativo che nasce e si sviluppa sul set del film di Spike Lee. I Believe in Miracles, questo il titolo del documentario, è un percorso di interviste, sulla scia di documentari come “Comizi d’Amore” di Pier Paolo Pasolini, realizzate a caldo, tra le pause di lavorazione del film, con gli attori, gli autori, le maestranze e i figuranti. Alcuni ancora vestiti con gli abiti di scena da soldati nazisti, da popolani italiani, da soldati americani o da partigiani. Considerazioni profonde, libere e spontanee sulla Vita, sull’Uomo, su Dio, accompagnate dalla suggestiva musica del Premio Oscar Nicola Piovani. Un viaggio dall’ampio respiro, che inizia con una semplice domanda: Do you belive in miracles?

Giovedì 28 dicembre. Come mio padre, regia Stefano Mordini, Michele Astori .Documentario d’autore che racconta l’evoluzione della figura del padre da un punto di vista molto critico, anche se poco obiettivo: quello dei figli! Le voci raccolte dagli anni ’50 ad oggi si inseguono, si sommano e insieme ricompongono un ritratto intimo della paternità. Un viaggio attraverso sessant’ anni di vita italiana, dove i padri emergono nella loro forza e nelle loro debolezze, nei loro silenzi e nei tentativi a volte “eroici” di non deludere l’amore dei figli.

Venerdì 29 dicembre .Alessandra Bisceglia: la forza di un sorriso, regia Francesca Muci, Daniela Giammusso.La storia di un sogno: quello di Alessandra Bisceglia. Un sogno breve, durato solo 28 anni, ma pieno d’emozione. È la storia di una ragazza italiana che da un piccolo paesino della Basilicata sogna di andare a Roma e diventare giornalista. Ci riesce, nonostante quella malattia di cui non parla mai ma che forse, tra mille sofferenze, l’ha resa ogni giorno più forte.

Prima settimana del 2018

Lunedì 1 gennaio. Trieste la contesa, regia Elisabetta Sgarbi.Anche questa settimana prosegue l’appuntamento quotidiano di Italian Beauty con il documentario d’autore. Al centro del racconto, la città di Trieste. Italiana, Austriaca, Slovena, Trieste è da sempre al centro di interessi europei, crocevia di scambi commerciali e culturali. Quella che viene raccontata è la storia di una città che ancora deve fare i conti con un’identità plurima e a volte conflittuale. Un’identità che può diventare la fonte del suo futuro riscatto.

Martedì 2 gennaio. Finestre rotte (I parte), regia Stefano Pistolini.Si parla di un grande cantautore e poeta italiano: Francesco De Gregori, che davanti alle telecamere del regista racconta non solo la sua carriera musicale, ma anche il paese e i suoi mutamenti. Non una biografia, ma un’istantanea sul presente, mentre il cantautore va su e giù per il paese, tra grandi eventi e piccoli concerti, location memorabili e luoghi così sperduti da rendere difficile la loro individuazione.

Mercoledì 3 gennaio. Finestre rotte (II parte), regia Stefano Pistolini.Continua il viaggio di Francesco De Gregori. Il musicista italiano attraverso paesi e cittadine, ripassando per Roma, dove incontrerà gli amici e i collaboratori più vicini, come Ambrogio Sparagna e Giovanna Marini, per pensare a un nuovo tour, a un nuovo album e a un nuovo capitolo di un canzoniere in perenne evoluzione.

Giovedì 4 gennaio. Valerio Zurlini, gli anni delle immagini perdute, regia Adolfo Conti.Film-documentario sul regista emiliano Valerio Zurlini, autore di capolavori come “La ragazza con la valigia” e il “Deserto dei tartari”. Adolfo Conti, autore di questo film-biografia, torna nei luoghi in cui Zurlini amava ritirarsi, raccogliendo le testimonianze di amici e collaboratori: Jacques Perrain, l’attore preferito di Zurlini, Marco Weiss, il suo assistente alla regia, Claudia Cardinale, Giorgio Albertazzi. Un inedito e interessante repertorio di interviste e conversazioni nel tentativo di capire le cause di quel “silenzio” produttivo del regista, che nella storia del cinema italiano ha accomunato molti grandi registi come De Santis, Fellini, Antonioni.

Venerdì 5 gennaio. Bellissime: Dal 1960 ad oggi dalla parte di lei, regia Giovanna Gagliardo .Il film-documentario d’autore di Giovanna Gagliardo. Attraverso immagini di repertorio, spezzoni di film, voci e canzoni che hanno scandito il Novecento, la regista ricostruisce la seconda parte del XX secolo, dal 1960 in poi, visto solo con gli occhi delle donne italiane. Dai volti delle dive all’orgoglio delle ragazze madri, rappresentate da Stefania Sandrelli, fino alle adolescenti in minigonna; dalle prime automobiliste alle piazze gremite di donne che lottano per la propria emancipazione sociale e politica. Voci di donne diverse, da Tina Anselmi con le sue rivendicazioni a favore della parità dei diritti tra uomo e donna, a Gemma Capra, vedova Calabresi, strappata alla “normalità” della sua esistenza. Cinquant’anni raccontati dal punto di vista delle donne e del loro impegno per cambiare il mondo.

Programmazione. Rai Italia 1 (Americhe):New York / Toronto da lunedì a venerdì h13.00;Buenos Aires da lunedì a venerdì h15.00; San Paolo da lunedì a venerdì h16.00

Rai Italia 2 (Australia – Asia): Pechino/Perth da lunedì a venerdì h11.00; Sydney da lunedì a venerdì h14.00

Rai Italia 3 (Africa): Johannesburg da lunedì a venerdì h15.45. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform