direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Pubblicata dall’Ambasciata d’Italia ad Addis Abeba, on line una guida ai Cimiteri militari italiani in Etiopia

RETE DIPLOMATICA

 

 

ADDIS ABEBA – On line sul sito dell’Ambasciata d’Italia ad Addis Abeba una guida ai quattro Cimiteri militari italiani in Etiopia.  Obiettivo principale della guida – realizzata dall’Ambasciata in stretto coordinamento con l’Ufficio dell’Addetto per la Difesa – è “fornire informazioni pratiche a tutti i connazionali che hanno loro cari che riposano nei cimiteri e a chiunque fosse intenzionato a visitarli”, scrive  l’ambasciatore Arturo Luzzi nel messaggio di presentazione della pubblicazione. La guida prende in esame i Cimiteri Militari di Addis Abeba, di Adrigat, di Macallé e di Passo Uarieu, nella zona del Tembien, di cui l’Ambasciata assicura le gestione e la manutenzione grazie ai fondi erogati dal Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra.

“La guida – spiega l’ambasciatore Luzzi – nasce dalle frequenti richieste di informazioni ricevute dall’Ambasciata da parte dei connazionali che, trovandosi ad Addis Abeba e in altre zone dell’Etiopia, hanno espresso il desiderio di visitare i cimiteri militari italiani, come importanti luoghi di memoria sia dal punto di vista storico che familiare”. “Intende altresì offrire uno spunto di riflessione sul rapporto di amicizia che unisce l’Italia e l’Etiopia – sottolinea l’ambasciatore -. Le relazioni tra i due Paesi sono eccellenti e particolarmente dinamiche, in tutti i settori, da quello economico e commerciale, a quello educativo e culturale, come testimonia la presenza ad Addis Abeba della Scuola Italiana, dell’Istituto Italiano di Cultura e degli uffici dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e dell’Agenzia per il Commercio Estero. L’Etiopia è un partner strategico per l’Italia anche nell’ottica della stabilità del Corno d’Africa”.

La guida, disponibile sul sito dell’Ambasciata (https://ambaddisabeba.esteri.it/ambasciata_addisabeba/resource/doc/2020/06/guida_cimiteri_militari_italiani_in_etiopia.pdf.pdf ),  offre una catalogazione sistematica dei nomi dei caduti che riposano in ogni cimitero, oltre ad altri dati personali quali data e luogo del decesso, della esumazione e dell’eventuale traslazione. Tale catalogazione, resa disponibile al pubblico per la prima volta nell’aprile 2020, si è giovata delle informazioni tratte dai registri militari archiviati presso l’Ambasciata d’Italia ad Addis Abeba, l’Ufficio dell’Addetto per la Difesa e la Cancelleria Consolare. L’elenco nominativo dei caduti è riportato in allegato alla guida ed è disponibile per soli tre dei quattro cimiteri militari, poiché l’identità dei caduti che riposano nel cimitero di Passo Uarieu è sconosciuta. Inoltre, la guida vuole essere uno strumento per facilitare il raggiungimento dei cimiteri stessi, che può risultare non molto agevole nella regione del Tigrai. A tale scopo, essa contiene informazioni utili per i visitatori, come gli orari di apertura dei cimiteri, i recapiti telefonici di riferimento, le coordinate geografiche per raggiungere ognuno dei cimiteri.

La guida è suddivisa in cinque capitoli. I primi quattro capitoli sono dedicati alla descrizione di ognuno dei cimiteri militari e riportano i fatti storici più rilevanti correlati alla costruzione dei cimiteri. Ognuno di essi testimonia eventi che hanno avuto luogo sia durante gli anni dell’occupazione italiana in Etiopia che durante la Seconda Guerra Mondiale. Infine, ogni sezione si conclude con le informazioni utili per raggiungere il cimitero.

Il quinto capitolo riguarda i cimiteri militari dismessi, ovvero i luoghi dove inizialmente le salme dei caduti erano state inumate prima di essere traslate negli attuali quattro cimiteri militari. La guida si conclude con una nota esplicativa sulla traslitterazione dei nomi etiopici dalla lingua amarica a quella italiana.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform