direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Presentate in Ambasciata italiana a Mosca opportunità d’investimento nella Regione di Chelyabinsk

ITALIA-RUSSIA

 

 

MOSCA – Si è svolta in Ambasciata d’Italia a Mosca, alla presenza della comunità imprenditoriale italiana e della stampa, una presentazione delle opportunità economiche della Regione di Chelyabinsk. L’evento, che si è tenuto il 18 marzo  , s’inserisce nell’attività di promozione dell’Ambasciata delle potenzialità di investimento nelle regioni russe – da ultimo attraverso la realizzazione della guida “Investire in Russia”, un compendio delle informazioni economiche e normative necessarie per investire nella Federazione.

Il governatore Boris Dubrovsky ha illustrato il potenziale della Regione, i progetti d’investimento e le agevolazioni e gli incentivi che le Autorità possono offrire alle aziende interessate. L’economia di Chelyabinsk si fonda su siderurgia, metalmeccanica e lavorazione dei metalli, settori che contano per il 75% della produzione complessiva. L’Oblast è inoltre al primo posto in Russia per la produzione della pasta, al terzo per l’allevamento avicolo, al quinto nel manifatturiero e al settimo per investimenti stranieri.

“La Regione di Chelyabinsk ha una naturale vocazione industriale, che non si limita al settore estrattivo, dell’industria pesante e metallurgico, ma comprende anche quello agroalimentare, manifatturiero e dell’alta tecnologia. Tutti settori in cui le aziende italiane, grazie al loro know-how, possono fornire un valore aggiunto”, ha dichiarato l’ambasciatore d’Italia Cesare Maria Ragaglini.

“Siamo consapevoli – ha proseguito l’ambasciatore d’Italia – che si è entrati in una nuova fase, quella in cui la Russia non rappresenta più un luogo di destinazione per prodotti finiti, ma una base produttiva per l’intera Unione doganale. La vicinanza di Chelyabinsk al confine con il Kazakhstan, un altro Paese enorme e ricco di potenziale di crescita, può senza dubbio essere una “carta” di grande importanza”.

“In quest’ottica, al Palazzo della Regione Lombardia ieri (17 marzo, ndr) ho presentato a una vasta platea di aziende italiane la guida “Investire in Russia”. Il documento, che può essere liberamente scaricato dai siti dell’Ambasciata, dell’Ice e di tutti gli enti che hanno collaborato con noi, contiene in circa 30 pagine le risposte alle principali domande che un’azienda interessata alla Russia può porsi: perché investire? dove investire? in quali settori? con quali incentivi”, ha concluso Ragaglini.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform