direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Presentata dalla Regione Friuli Venezia Giulia di una proposta di legge per l’esenzione dal pagamento dell’Imu e della Tasi degli italiani residenti all’estero ed iscritti all’Aire

ITALIANI ALL’ESTERO

La soddisfazione del deputato Alessio Tacconi “Questa iniziativa va incontro alle legittime aspettative di quanti ritengono che debba essere superata l’attuale normativa che, pur riconoscendo un importante beneficio per i pensionati residenti all’estero, conserva alcuni elementi di discriminazione”

 

ROMA – “Apprendo con piacere che anche la Regione Friuli Venezia Giulia ha presentato alle Camere e al Governo una proposta di legge per l’esenzione dal pagamento dell’Imu e della Tasi  degli italiani residenti all’estero ed iscritti all’Aire”. Comincia così la riflessione del deputato Alessio Tacconi (Pd) eletto nella ripartizione Europa.

“Gli Italiani residenti all’estero – continua Tacconi – si stanno da tempo mobilitando non solo presso le loro rappresentanze democraticamente elette, Comites e Cgie, ma anche attraverso petizioni al Governo, al Parlamento e alle Regioni per chiedere il superamento dell’attuale normativa e l’equiparazione della casa posseduta in Italia ad abitazione principale”.

“L’iniziativa della Regione Friuli Venezia Giulia, un territorio che nel recente passato ha sperimentato in maniera massiccia il fenomeno emigratorio, va incontro alle legittime aspettative di quanti ritengono che debba essere superata l’attuale normativa che, pur riconoscendo un importante beneficio per i pensionati residenti all’estero, conserva alcuni elementi di discriminazione”.

“Io stesso, – ricorda Tacconi – nell’analoga proposta di legge (A.C. 3619)  da me presentata il 18 febbraio 2016, facevo rilevare come la legge di stabilità 2016 abbia riservato un ulteriore segnale di attenzione verso i nostri pensionati residenti all’estero estendendo a tutte le “abitazioni principali” (tra le quali rientrano, appunto, quelle dei pensionati residenti all’estero) l’esenzione dalla Tasi. Per essi, inoltre, veniva confermata la riduzione di due terzi della Tari.  Tuttavia osservavo anche che la norma, oltre ad aver escluso dal beneficio i percettori di sola pensione italiana e quelli che ricevono la pensione da un paese estero diverso da quello di residenza, ha introdotto, di fatto, una disparità di trattamento tra cittadini italiani iscritti all’Aire che hanno gli stessi requisiti oggettivi di fronte alla legge”

“La proposta di legge della Regione Friuli Venezia Giulia – conclude Tacconi  – mi pare che voglia venire incontro alle stesse esigenze di giustizia ed equità e mi auguro perciò che le Istituzioni trovino il modo per superare le attuali criticità della normativa. So bene che l’onere  per le casse dello Stato non è di poco conto, ma penso anche che esso sia più che sostenibile in una prospettiva di rilancio di un regime fiscale che favorisca il possesso di immobili da parte del cittadino residente all’estero e i relativi investimenti per la manutenzione, le ristrutturazioni e gli acquisti oltre che il turismo di ritorno”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform