direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Pensioni, Petteni (Inas Cisl): “Accordo tra Italia e Albania, grande passo avanti sulla strada dell’integrazione e del riconoscimento dei diritti sociali ed economici dei migranti”

PATRONATI

 

ROMA – “L’accordo raggiunto tra Italia e Albania in materia previdenziale costituisce un grande passo avanti sulla strada dell’integrazione e del riconoscimento dei diritti sociali ed economici dei migranti”: così il presidente del patronato Inas Cisl, Gigi Petteni, commenta la firma dell’accordo tra i due Paesi, un passaggio che apre la strada all’entrata in vigore dell’intesa che, per essere operativa, dovrà ora essere siglata dai Ministeri competenti e ratificata dai Parlamenti di entrambi gli Stati.

Una delle comunità più numerose e più inserite nel tessuto socio-economico italiano è proprio quella degli albanesi che in Italia si sono radicati, fornendo un contributo consistente alla nostra economia e arricchito di nuova linfa la nostra società anche in campo sociale e culturale.

“Un accordo in ambito previdenziale, attraverso la possibilità di totalizzare i contributi maturati nei due Paesi, significa valorizzare questo ruolo e garantire un futuro pensionistico a persone che altrimenti, da qui a pochi anni, anche se vissute sempre del proprio lavoro, dovrebbero gravare sui sistemi assistenziali, non raggiungendo i requisiti necessari al pensionamento. Inoltre, di questa intesa beneficerà anche la comunità di cittadini italiani che lavorano o hanno lavorato in Albania”, spiega Petteni.

L’Inas Cisl in questi anni, attraverso la propria rappresentanza in Albania, insieme alla Fai e ad altre categorie della Cisl, ha sempre lavorato per raggiungere questo obiettivo.

“Non possiamo che esprimere la nostra più grande soddisfazione per l’ulteriore avvicinamento alla meta, un obiettivo che rappresenterà anche un incentivo alla regolarizzazione dei rapporti di lavoro”, sottolinea il presidente del patronato.

L’ultimo passaggio per la piena operatività dell’intesa, per la cui realizzazione è stato determinante l’impegno della delegazione italiana guidata dal senatore Tommaso Nannicini, sarà la sottoscrizione dell’accordo amministrativo.

“Per quanto ci riguarda, vigileremo affinché questo percorso sia il più breve possibile, perché siamo convinti che la sinergia che ne risulterà rappresenti uno strumento per rendere ancora più forti e armoniosi i rapporti tra i due Paesi, anche nel quadro del processo di integrazione europea in cui l’Albania è impegnata” conclude Petteni. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform