direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Penne Nere di Toronto in festa

ASSOCIAZIONI

Da “Alpini in trasferta”, notiziario delle sezioni dell’Associazione Nazionale Alpini in Canada e USA, luglio 2016

Gli Alpini del Gruppo Centro hanno celebrato con una grande festa il loro 57esimo anno di fondazione

 

TORONTO – Gli Alpini di Toronto Gruppo Centro hanno festeggiato il loro 57esimo anno di fondazione presso la Riviera Parque Convention Centre di Vaughan con la partecipazione di 380 persone tra le quali l’mp di Vaughan Francesco Sorbara e padre Vitaliano Papais, cappellano militare della Sezione di Toronto Gruppo Centro. Erano inoltre presenti esponenti del Club Friulani e del Centro Veneto.

La serata è iniziata con la sfila­ta delle bandiere canadese e italia­na portate da Evan De Buglio e Pe­ter Andresani, gli Knight Of Co­lumbus Honour Guard, le autori­tà, accompagnate da Danilo Cal, capogruppo ANA del Gruppo cen­tro, gli alpini DNA (Di Nonno Al­pino) guidati da Paul e Robert Va­tri. Han fatto seguito le associazio­ni d’arma, Marinai, Carabinieri, Bersaglieri e Polizia di Stato, Asap, Guardie d’onore del Panteon e in­fine gli alpini, con in testa il presi­dente di sezione ANA Toronto Ro­berto Buttazzoni insieme a Gino Vatri coordinatore ANA sezioni del Nord America e al cappellano mili­tare don Vitaliano: il gruppo Mis­sissauga è stato accompagnato dal vice capogruppo Renato Ciaccia, il gruppo North York è stato guidato da Adolfo D’Intino e il gruppo To­ronto Centro da Danilo Cal.

Dopo gli inni canadese ed italia­no i presenti hanno ascoltato il suo­no del silenzio per ricordare i solda­ti caduti in tutte le guerre e in mis­sioni di pace e gli alpini soci “anda­ti avanti”.

Ha quindi fatto seguito la tradi­zionale cerimonia “Stella Alpina”, per ricordare gli alpini che non so­no più in vita.

Questa cerimonia fa parte del progetto “Keep the alpini name ali­ve”, mirato a mantenere i contat­ti con figli, figlie, nipoti e pronipo­ti DNA di alpini andati avanti. La cerimonia è stata introdotta dalla lettura delle due ultime strofe del­la poesia “La montagna ti ricorda” scritta da Danilo Cal.

Durante la cerimonia quattordici famiglie discendenti di alpini hanno ricevuto una stella alpina con dedi­ca. In seguito il capogruppo Danilo

Cal ha dato il benvenu­to a tutti i presenti, e do­po averli ringraziati per il costante supporto, ha fatto presente che il loro “aiuto è quello che serve agli alpini per continua­re ad operare secondo il nostro mandato”, e ha fatto riferi­mento alla commovente cerimonia per il centenario della grande guer­ra organizzato il 24 maggio 2015.

È stata anche ricordata la mostra fotografica, la sponsorizzazione di pozzi d’acqua che il prete missio­nario Marco Bagnarol sta facendo trivellare in una zona arida del Brasile, e che parte del ricavato della serata ver­rà erogato per continua­re ad aiutare Bagnarol nel progetto “Water for Brasile Fund”.

L’mc della serata Giorgio Begetto ha poi letto una lettera ricevuta da padre Marco Bagnarol dal Brasile, nella quale ringrazia gli Alpini del Grup­po centro e tutti le associazioni d’arma e tutti i presenti per il con­tributo dato alla sua missione per trivellare i pozzi d’acqua.

Nella lettera il missionario si riferiva ai fondi raccolti dagli Alpini per 12 pozzi, di cui 3 a nome lo­ro e ringraziava Danilo e la moglie Loretta.

L’onorevole Francesca La Marca ha inviato una lettera nella qua­le, oltre a scusarsi per non poter es­sere presente, ha messo in risalto il merito degli Alpini e le loro azioni di solidarietà.

Per ricordare il centenario del­la grande guerra, come cornice all’evento gli alpini hanno esposto una mostra fotografica e han­no donato un fiore con un cartellino su cui era scritto “il Piave mormorò onori a vostro padre” per le persone che hanno avuto il padre reduce della prima Guerra mon­diale.

A tal riguardo, Danilo Cal cerca persone che abbiano avuto il pa­dre combattente nella prima guer­ra mondiale per mettere insieme un album di foto e racconti.

Durante la serata Gino Vatri ha presentato Jacob Kenorty, vincitore della Borsa studio Franco Berta­gnolli di $1,000.00 donata dall’As­sociazione Nazionale Alpini.

A completare la bellissima se­rata, tanta allegria, cibo squisito e musica di DJ Luigi Pulse Music Entertainment, che ha fatto ballare i presenti fino a tarda sera. (Alpini in trasferta, luglio 2016 /Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform