direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Parità di genere, Sottosegretario Pucciarelli: insediamento cabina regia nazionale interistituzionale passo rilevante della Strategia Nazionale 2021-26 sul tema.

ISTITUZIONI

 

ROMA – “L’odierno incontro online di insediamento della Cabina di regia nazionale interistituzionale sulla parità di genere, istituita presso il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, è passaggio importante del più ampio sforzo messo in campo responsabilmente dall’Italia su un tema di rilevanza cruciale. Attraverso quest’organo collegiale di governance e il correlato Osservatorio Nazionale di settore ci si dota di strumenti fondamentali per l’attuazione e monitoraggio della Strategia Nazionale per la Parità di Genere2021-2026, formalizzata nel luglio 2021 e discendente dall’analogo atto dell’Unione Europea per il 2020-2025. La Difesa, consapevole dell’importanza del progetto, è pronta a fare la propria parte concorrendo all’obiettivo di stimolare e produrre cambiamenti di natura strutturale e duratura per migliorare gli esiti dell’analisi comparativa con il resto dell’Europa rispetto alla piena parità; un percorso ambizioso da realizzarsi attivando e coinvolgendo sinergicamente tutte le componenti istituzionali, le realtà associative di settore e l’intera società civile.” – rende noto il Sottosegretario di Stato alla Difesa Stefania Pucciarelli, tra le cui deleghe rientra la promozione delle politiche di parità di genere e di pari opportunità, al termine della videoconferenza di attivazione di questa Cabina di regia su uno dei più urgenti capisaldi dell’agenda nazionale di sviluppo e progresso.

“Per avere una vera e compiuta parità di genere – ha proseguito il Sottosegretario Pucciarelli – serve un profondo cambiamento sociale, a cui è assolutamente funzionale la coerente azione sul piano culturale.

Negli ultimi anni sono stati fatti importanti passi in avanti rispetto a disparità di genere che sono state purtroppo ulteriormente acuite dai pesanti riverberi socio-comportamentali ed economico-finanziari di una perdurante crisi pandemia, ormai in atto da oltre un biennio. Le istituzioni intendono pertanto dare una forte accelerazione al tema della parità di genere attraverso una prospettiva chiara ed un percorso certo attuati attraverso un sistema di azioni politiche integrate che si tradurranno, nei tempi brevi ambiziosamente indicati dalla Strategia Nazionale 2021-2026, in iniziative concrete, definite e misurabili.

I dati comparativi elaborati dall’Istituto Europeo per l’Uguaglianza di Genere sui cinque domini-indicatori presi a riferimento per misurare il livello di Gender Equality Index – lavoro, reddito, competenze, tempo e potere – fanno oggi registrare una classifica che vede l’Italia al 14° posto in Europa, con un punteggio inferiore alla media europea e lontano da Svezia, Danimarca e Francia occupanti le posizioni di testa.

Rimango fiduciosa nella volontà di tutte le istituzioni di conseguire nel quinquennio l’obiettivo del guadagno di 5 punti in questa importante classifica – posizionandosi così sopra la media europea e aspirando a rientrare tra i primi dieci posti entro il decennio –, procedendo coralmente e celermente nel fare dell’Italia una nazione più forte, rigenerata dalle energie, dall’ingegno e dalla professionalità dell’altra metà del cielo.” – ha concluso il Sottosegretario Pucciarelli. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform