direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Parere favorevole della Commissione Esteri su trasferimento di funzioni e riorganizzazione del Maeci

CAMERA DEI DEPUTATI

Al Ministero degli Esteri vengono attribuite le funzioni di politica commerciale e promozionale con l’estero e di sviluppo dell’internazionalizzazione del sistema Paese, prima a capo del Mise

 

ROMA – La Commissione Affari esteri della Camera dei deputati ha esaminato ed espresso parere favorevole, con alcune osservazioni, sul provvedimento di conversione in legge del decreto recante Disposizioni urgenti per il trasferimento di funzioni e per la riorganizzazione dei Ministeri per i Beni e le attività culturali, delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, dello Sviluppo economico, degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, delle Infrastrutture e dei trasporti e dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, nonché per la rimodulazione degli stanziamenti per la revisione dei ruoli e delle carriere e per i compensi per lavoro straordinario delle Forze di polizia e delle Forze armate e per la continuità delle funzioni dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, già approvato dal Senato.

Nel parere si sottolinea in particolare il trasferimento al Maeci delle funzioni – con le relative risorse umane e strumentali – fin qui esercitate dal Ministero dello Sviluppo economico in materia di politica commerciale e promozionale con l’estero e di sviluppo dell’internazionalizzazione del sistema Paese, che viene apprezzata per la necessità di conferire una visione unitaria alla promozione dell’interesse nazionale all’estero. La Commissione condivide infatti l’opportunità che sia annoverata fra le attribuzioni del Maeci quella relativa alla definizione delle strategie e degli interventi della politica commerciale e promozionale con l’estero e di sostegno all’internazionalizzazione del sistema produttivo del Paese e sottolinea come al Maeci spetti anche la vigilanza e il controllo sull’Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e sulla Società italiana per le imprese all’estero. Si evidenzia poi il trasferimento al Maeci delle competenze sulle autorizzazioni per le esportazioni di materiali rientranti nella Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche e per le esportazioni di materiali a duplice uso.

Le osservazioni riguardano l’opportunità di ridenominare il Maeci al fine di includere la menzione delle nuove competenze in tema di commercio con l’estero; l’opportunità di disporre l’istituzione di una Direzione generale ad hoc distinta da quella attualmente competente in materia di promozione del sistema Paese; e l’opportunità di provvedere affinché al trasferimento delle nuove competenze corrisponda un adeguato riassetto delle strutture e delle risorse umane al fine di assicurare continuità di funzioni e professionalità adeguate. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform