direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Oggi a Bojano un incontro sulla Costituzione italiana con 50 giovani in Sevizio civile della provincia di Isernia

APPUNTAMENTI

A cura di Mina Cappussi, presso la sede del Centro Studi Agorà e del quotidiano “Un mondo d’italiani”

 

CAMPOBASSO – Si svolge oggi presso la sede del Centro Studi Agorà e del quotidiano “Un mondo d’italiani” a Bojano, in località Terre Longhe, l’iniziativa rivolta a 50 giovani della provincia di Isernia e incentrata sulla Costituzione italiana. Sarà Mina Cappussi, giornalista e formatrice, a spiegare ai ragazzi in Servizio Civile per il Progetto Turchese Molise e Argento la storia della Carta costituzionale, attraverso la lettura interpretata dei suoi dodici articoli fondamentali.

Un’iniziativa non formale per contribuire a costruire nei giovani, cittadini di domani, il senso di appartenenza, la consapevolezza dell’importanza di una cittadinanza attiva e responsabile all’interno delle rispettive comunità, stimolando la creatività, il mettersi in gioco, il riconoscimento delle emozioni.

“La Costituzione – spiega Cappussi – costituisce il testo base su cui i giovani devono cominciare a ragionare, per comprendere l’attualità, per individuare i riferimenti normativi indispensabili a conoscere diritti e doveri, per costruire il proprio futuro di cittadini attivi. Non è la carenza occupazionale il primo problema italiano, bensì – sostiene – la disaffezione, il perduto senso di appartenenza, il senso di responsabilità, l’affievolimento di certi valori, la difficile apertura alla cooperazione e alla collaborazione alla cosa pubblica, al bene comune”. Tra i temi affrontati “il significato, la funzione e il ruolo degli organi costituzionali e delle diverse istituzioni pubbliche, le relazioni tra queste e i cittadini, lo spazio dell’autoorganizzazione della società civile attraverso le associazioni che troppo spesso sopperiscono alle carenze istituzionali, le relazioni tra il terzo settore e le istituzioni, le forme della partecipazione”.

“Ci stiamo preparando – afferma Cappussi – al Servizio civile universale che eleva il livello qualitativo in modo da renderlo maggiormente rispondente alle nuove sfide, con il coinvolgimento annuale di 100mila giovani. Un traguardo importante, se consideriamo che fino ad oggi abbiamo in Italia diecimila giovani in servizio, contro circa novantamila richieste respinte. L’argomento Costituzione diverrà anche tema di approfondimento di uno di prossimi Caffè Letterari Umdi”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform