direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Nove giorni”, il gran concerto dell’ensemble di giovani musicisti italiani ha chiuso la prima edizione dell’Italian&Swiss Jazz Festival

MUSICA

La manifestazione è nata dalla collaborazione del Consolato d’Italia e del Comites di Basilea, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Svizzera e il finanziamento della Farnesina

 

 BASILEA – L’ensemble di giovani musicisti italiani protagonisti della prima edizione dell’Italian&Swiss Jazz Festival (10-16 maggio), a conclusione di una intensa settimana di studio musicale, workshop e masterclass con professionisti della scena jazzistica nostrana e internazionale, ha concluso con un gran concerto finale live domenica 16 maggio questa straordinaria manifestazione nata dalla collaborazione del Consolato d’Italia e del Comites di Basilea, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Svizzera e il finanziamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica italiana. Un progetto ambizioso che riunisce sei giovani musicisti italiani provenienti dall’Italia e dalla Svizzera insieme a maestri e professionisti italiani della scena jazzistica internazionale.

Il 16 maggio, in diretta video-streaming dal Jazz Campus di Basilea, i sei giovani musicisti, sotto la Direzione Artistica di Ugo Viola, hanno interpretato i brani inediti composti dal Maestro Andrea Ravizza, in un quasi ritorno degli spettacoli dal vivo che auspichiamo sia da apripista per i tanti e prossimi che verranno.

“Nove giorni” di Andrea Ravizza: Carmen Lina Ferrante, voce; Vittorio Vicari, tromba; Gianni Gagliardi, sax tenore/flauto/clarinetto; Fabio Giachino, piano; Lucio Marelli, batteria; Francesco Losavio, contrabbasso; Special Guest Claudio Chiara, sax contralto; Special Guest Fulvio Chiara, tromba; Special Guest: Attilio Berni, Conn-o sax.

Durante il gran concerto finale la grafica ufficiale del Festival, Giorgia Molinari, ha accompagnato il ritmo jazz di “Nove giorni” con una performance di live drawing per un connubio quasi onirico tra il disegno e la musica interpretata finemente dai nostri giovani musicisti italiani.

Il Consolato e il Comites di Basilea invitano i connazionali che non lo avessero fatto in diretta a godere del prodotto di questa prima edizione dell’Italian&Swiss Jazz Festival guardando e ascoltando il gran concerto finale su Facebook dalla pagina ufficiale del Festival al  link https://fb.watch/5zxGJF3deL/ e dal  canale YouTube di Radio One Five (media partner della manifestazione) https://youtu.be/af6HbRtqdi0 .

“In un momento storico particolare in cui l’Italia e la comunità mondiale sono segnate dalla pandemia e dai suoi drammatici effetti, la musica si conferma linguaggio universale e veicolo delicato, ma potente di forti messaggi. Un festival che vuole, soprattutto, segnare la ripresa dei grandi eventi culturali italiani nel mondo e in particolare rappresentare un contributo tanto di promozione della musica italiana oltre confine quanto di rilancio internazionale del Sistema Italia e del comporto della cultura e dello spettacolo particolarmente segnate dalle misure globali di contenimento del contagio da Covid-19” sottolineano Consolato e Comites di Basilea, che hanno promosso la manifestazione insieme a: Società Dante Alighieri di Ginevra; GIR, Giovani In Rete; Associazione C.D.M.I; Moncalieri Jazz Festival; Museo del Saxofono. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform