direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Niger: il contingente italiano della Missione di supporto a sostegno della sanità pubblica

DIFESA E COOPERAZIONE

Concluso un progetto di cooperazione civile-militare a favore dell’Ospedale Nazionale di Niamey

 

NIAMEY – ​Il Comandante della Missione Italiana di Supporto in Niger (MISIN), Generale di Brigata Liberato Amadio, alla presenza del vicesegretario generale del Ministero della Salute e degli Affari Sociali, Sabo Adamou Hassan, e del direttore dell’Hopital National, Alido Soumana, ha presieduto alla donazione di materiale sanitario finalizzato a incrementare le capacità di risposta alle emergenze ospedaliere di uno dei principali nosocomi pubblici di Niamey.

La cerimonia – si legge nella nota del Ministero della Difesa – ha visto la consegna, in particolare, di attrezzature sanitarie, dispositivi medici e diagnostici, ausili e apparecchiature elettro-medicali che consentiranno al personale medico di rispondere alle esigenze sanitarie di un rilevante bacino di abitanti della capitale nigerina.

Il direttore della struttura ospedaliera ha ringraziato il contingente italiano della MISIN, esprimendo profonda gratitudine all’Italia per gli sforzi profusi già in passato, allorquando nel 2005 è stato finanziato un progetto mirato allo sviluppo del reparto di radiologia e della medicina d’urgenza dell’Ospedale Nazionale di Niamey. Un impegno a favore della comunità nigerina che, come testimoniato dalla donazione dei citati materiali, continua con la stessa determinazione.

Le autorità locali hanno anche riconosciuto e apprezzato lo spirito pragmatico dei progetti di cooperazione civile-militare portati a termine in vari ambiti dalla MISIN, volti prioritariamente al sostegno e alla tutela dei reali bisogni della popolazione locale, con particolare riferimento agli ambiti della salute e dell’educazione.

Il Generale Liberato Amadio, nel suo discorso, ha rivolto un particolare plauso al personale militare italiano che ha permesso il buon esito dell’evento, auspicando che i frutti e i benefici del lavoro quotidiano prodotto dal contingente italiano, possano continuare ad essere apprezzati dalla popolazione nigerina, in un contesto più ampio dove Italia e Niger cooperano da anni per garantire maggiore sicurezza nell’area del Sahel. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform