direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“NeuroTrans”: progetto europeo all’Università dell’Insubria

RICERCA

Grazie a questo progetto finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito di Horizon 2020, quindici dottorandi potranno fare ricerca nelle università e nelle aziende europee. Uno dei dottorandi selezionati arriverà al Laboratorio di Fisiologia dell’Insubria e il progetto di ricerca che presenterà al termine del corso di dottorato sarà finanziato nell’ambito delle Marie Skłodowska-Curie Actions

VARESE – All’Università dell’Insubria il Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita riprende le attività con un importante progetto europeo: il “NeuroTrans-NEUROtransmitter TRANSporters.

Si tratta, spiegano dall’Ateneo, di uno studio sui trasportatori di neurotrasmettitori, proteine di membrana fondamentali per il funzionamento delle sinapsi del nostro sistema nervoso. I trasportatori di neurotrasmettitori sono proteine sulle quali agiscono non solo i comuni farmaci antidepressivi o gli antiepilettici, ma anche le droghe come anfetamine e cocaina. Sono inoltre coinvolti nella maggior parte delle patologie neuronali, come depressione, epilessia, dolore neuropatico, Morbo di Parkinson, obesità, autismo, Sla e altri ancora. L’esito di questi studi è fondamentale, si sottolinea,per comprendere i diversi attori di ciascuna patologia e di conseguenza progettare nuovi farmaci molto specifici che limitino gli effetti collaterali.

Il team si concentrerà sull’attività molecolare dei neurotrasmettitori e osserverà l’interazione con nuove molecole che rappresentano potenziali farmaci altamente specifici per ciascuna patologia.

Grazie a questo progetto finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito di Horizon 2020, quindici dottorandi potranno fare ricerca nelle università e nelle aziende europee. Uno dei dottorandi selezionati arriverà al Laboratorio di Fisiologia dell’Insubria diretto da Elena Bossi e il progetto di ricerca che presenterà al termine del corso di dottorato sarà finanziato nell’ambito delle Marie Skłodowska-Curie Actions. Per candidarsi alla posizione nel Laboratorio di Fisiologia è richiesta una laurea in Biologia, Biotecnologie, Farmacia, Medicina e Chirurgia o Fisica ed è necessario registrarsi entro lunedì 22 giugno. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform