direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Nasce a Venzone (Udine) una scuola “contro i terremoti”

FORMAZIONE

Nel quarantennale del terremoto in Friuli

 

TRIESTE – Una vera e propria Scuola internazionale dedicata alla formazione d’eccellenza nel campo della gestione delle “risposte” a un’emergenza sismica. Sorgerà Portis di Venzone (Udine), nell’ambito delle iniziative promosse e finanziate dalla Regione Friuli Venezia Giulia per ricordare i 40 anni dal sisma che scosse il Friuli il 6 maggio e quindi a settembre 1976, la “Sismic emergency response management internazional School”- Serm  – frutto del lavoro messo a punto in particolare in questi ultimi mesi da Protezione civile FVG, Università di Udine, Corpo nazionale dei vigili del Fuoco, Associazione Comuni terremotati e sindaci della Ricostruzione e Comune di Venzone. In pratica, un campo di addestramento permanente con l’obiettivo congiunto di Regione e Corpo nazionale dei vigili del Fuoco per numerose attività di formazione in tutte le materie tecniche legate alla gestione di un evento tellurico, anche in un’ottica di miglioramento dell’interoperabilità transfrontaliera tra i diversi soggetti operanti nell’ambito delle strutture di Protezione civile.

Portis di Venzone è di fatto è un “paese fantasma”, abbandonato e rimasto tale e quale dopo il terremoto del 1976. La sua posizione geografica viene considerata “strategica” in un’ottica di promozione della cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale in materia di protezione civile. La prospettiva concreta alla quale si lavora è quella di arrivare ad un progetto di valenza internazionale coinvolgendo all’inizio i Paesi più vicini, quali Austria e Slovenia, in un progetto che potrà quindi diventare un unicum a livello europeo, se non mondiale. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform