direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Mogol in Kazakistan insegna musica leggera ai giovani

CULTURA

Con il sostegno dell’Ambasciata italiana

“Assorbire e sviluppare nuovi suoni”

 

ASTANA – Mogol in Kazakistan per una serie di lezioni agli studenti dell’Università delle Arti. L’artista, autore dei testi di alcune delle più note canzoni della musica leggera italiana, è stato invitato ad Astana dal violinista Aiman Musakhodzhaeva, direttore dell’Accademia kazaka di musica “Shabyt”, con il sostegno dell’ambasciata italiana ad Astana. Fino a lunedì prossimo, insieme al compositore e pianista Giuseppe Barbera e al cantante Son Pascal, Mogol insegnerà a una sessantina di studenti e docenti i fondamentali della musica leggera. Al termine delle lezioni, i ragazzi terranno un concerto. Guardando alla musica locale e al suo futuro, Mogol ha ricordato che non si tratta di “copiare i motivi occidentali”, ma piuttosto di “assorbire e sviluppare nuovi suoni”. “Mogol collega veramente la musica con la cultura, questo è molto importante, specialmente nella creazione della musica pop kazaka”, ha sottolineato Pascal, ricordando i “grandi risultati” già ottenuti dagli studenti kazaki.

Per Pascal, “arrangiamento e credibilità internazionale” sono due limiti per la produzione locale. Da qui, l’importanza dell’esperienza di Mogol nel Paese centro-asiatico, impegnato a far crescere i futuri artisti locali. Proprio guardando al loro futuro, l’iniziativa punta ad “avviare un dialogo con il Centro Europeo di Toscolano, la scuola di Mogol”, ha spiegato l’ambasciatore italiano Stefano Ravagnan.

La visita di Mogol in Kazakistan, inoltre, precede di poco l’avvio dell’Anno dell’Italia in Kazakistan, con una serie di eventi, dai concerti di musica classica e jazz allo scambio di mostre archeologiche tra i due Paesi, cercando di coinvolgere non solo Astana e Almaty ma anche altre città kazake. Un progetto, frutto dell’impegno dell’ambasciata sostenuta dalle aziende italiane che lo hanno sponsorizzato, che ha l’obiettivo di “attirare l’attenzione sul Kazakistan in Italia”, creando anche un ponte ideale tra l’Expo di Milano ancora in corso e l’Expo 2017 che si terrà ad Astana. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform