direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Mogherini: Aiutare i civili è innanzi tutto un dovere morale

IRAQ

Commissioni riunite Esteri e Difesa di Camera e Senato

Sei voli umanitari dall’Italia. Via libera delle Commissioni alla risoluzione del Governo sull’invio di armi ai curdi

 

ROMA – In Iraq “è a rischio la vita di civili cristiani, yazidi, musulmani: è un dovere politico ma innanzitutto morale rispondere a questo dramma umanitario”. Lo ha detto il  ministro degli Esteri, Federica Mogherini davanti alle Commissioni riunite Affari Esteri e Difesa di Camera e Senato.

Mogherini ha affermato che quella in Iraq è una situazione di “straordinario livello di gravità” aggiungendo che “sia gli aiuti umanitari che il sostegno militare possono essere indispensabili nell’immediato ma difficilmente rappresentano una soluzione a lungo termine di qualsiasi crisi”.

La titolare della Farnesina ha avvertito  che  “è a rischio la stabilità di una regione già assai compromessa è che per noi è strategica, è a rischio la sicurezza internazionale, è a rischio il principio di convivenza fra differenze religiose, etniche, di vita in uno stesso territorio; esiste una grande differenza col passato, non c’è alcuno scontro di civiltà o religione ma c’è il diritto di tutti a vivere sul proprio territorio”.

Intanto dall’Italia sono partiti sei voli umanitari con a bordo, “50 tonnellate di generi di sopravvivenza, acqua e proteine, 200 tende e 400 sacchi a pelo”, ha riferito Mogherini. “Condivisa con i Paesi membri Ue – ha detto – la scelta di attivare meccanismi di cooperazione Ue per coordinare aiuti”.

Le Commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato hanno poi approvato la risoluzione di maggioranza che  autorizza il Governo a trasferire armi e munizioni ai peshmerga curdi che combattono contro gli jahdisti sunniti dello Stato Islamico in Iraq. Il via libera è giunto con 27 voti favorevoli e 4 contrari dalle Commissioni del Senato e con 56 voti favorevoli e 12 contrari da quelle della Camera.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform