direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Missione in Trentino-Alto Adige ed Emilia-Romagna dell’Ufficio commerciale dell’Ambasciata d’Ungheria in Italia e della Camera di Commercio di Budapest

CAMERE DI COMMERCIO

 

BUDAPEST – L’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata d’Ungheria in Italia e il Dipartimento Italiano della Camera di Commercio di Budapest (Bkik) hanno effettuato una missione economica in Trentino-Alto Adige  e in Emilia-Romagna incontrando qualificati interlocutori dell’economia e della finanza. Lo riferisce in una nota la Camera di Commercio di Budapest – Dipartimento dei rapporti economici con l’Italia.

La nota informa che “la dottoressa Melinda Szilagyi, responsabile dell’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata Ungherese presso il Consolato di Milano e l’avv. Sebastiano Negri di Montenegro, vice presidente del Dipartimento per i rapporti con l’Italia della Camera di Commercio di Budapest (Bkik)  hanno effettuato una missione a Trento e a Bologna, incontrato la Provincia Autonoma di Trento, Trentinoexport, Assoservizi Trento e i vertici di Emil Banca, della Banca Popolare dell’Emilia-Romagna.

La dottoressa Melinda Szilagyi ha auspicato che questo sia il primo di una lunga serie di incontri con le varie realtà territoriali italiane per promuovere una cooperazione economica tra Italia ed Ungheria più stretta ed efficace, ringraziando la Bkik per questa iniziativa.

L’avv. Sebastiano Negri di Montenegro, partner dello Studio legale de Capoa ed Associati di Bologna ha dichiarato che   nell’attuale scenario internazionale delle relazioni economiche, l’Ungheria rappresenta una notevole opportunità per le imprese italiane, in particolare le Piccole e Medie Imprese (Pmi), che, nella misura in cui intendono continuare a competere nei mercati sempre più globalizzati, devono dare avvio o comunque ulteriormente sviluppare e ottimizzare virtuosi processi di internazionalizzazione, sia in ambito logistico e distributivo che di collaborazione industriale con le Pmi ungheresi.Con particolare riferimento alle Pmi, si possono delineare alcuni scenari appunto di internazionalizzazione che – conclude la nota della Bkik – potrebbero beneficiare dei tanti vantaggi competitivi che caratterizzano il Paese”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform