direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Missione in Afghanistan: il generale Usa Miller in visita al Train Advise and Assist Command West, Comando Nato a guida italiana

ESTERI

 

“Security shura” tra il comandante di Resolute Support e i leader afgani organizzata dal contingente italiano della missione in Afghanistan

 

HERAT – Il comandante della missione “Resolute Support”, generale (USA) Austin Scott Miller, ha fatto visita nei giorni scorsi al Train Advise and Assist Command West (TAAC-W) di Herat, il Comando NATO a guida italiana, attualmente su base 132^ Brigata corazzata “Ariete”, responsabile nell’ambito della missione della parte occidentale dell’Afghanistan.

Il generale Miller, che è giunto a Camp Arena accompagnato dal capo di Stato Maggiore della Difesa afgano, generale Yasin Zia, dal direttore del National Directorate of Security (NDS), Ahmad Zia Saraj, e da alcuni alti ufficiali della missione NATO, ha prima voluto essere aggiornato dal comandante del TAAC-WEST, generale di Brigata Enrico Barduani, sulle principali questioni relative alla sicurezza dell’area, facendo anche il punto di situazione sull’emergenza COVID-19 nella regione, che risulta essere una delle aree del paese più duramente colpite dalla pandemia. Il generale Miller ha quindi colto l’occasione per elogiare i recenti ottimi risultati, ottenuti dagli advisors italiani nell’addestramento delle forze di sicurezza afgane.

Successivamente è stato accolto il generale Abdul Arghandiwal, che proprio nei giorni scorsi ha assunto il Comando del 207° Corpo d’Armata afgano, unità mentorizzata dal TAAC-WEST. Si è quindi tenuta una riunione (shura), durante la quale il comandante di RS e i leaders afgani hanno ampiamente discusso delle criticità relative alla sicurezza del territorio e della situazione di efficienza dei reparti del 207° che operano nella regione. Il generale Barduani ha inoltre potuto illustrare tutte le più importanti attività che il contingente italiano ha posto in essere a favore delle forze di difesa e di sicurezza afgane nonché le iniziative finalizzate al sostegno delle autorità politiche locali.

La missione NATO “Resolute Support” è composta da militari di 39 nazioni, con l’obiettivo di contribuire all’addestramento, all’assistenza e alla consulenza in favore delle Istituzioni e delle forze di sicurezza afgane, al fine di renderle autosufficienti e in grado di provvedere autonomamente alla salvaguardia del paese e dei propri cittadini. Il contributo italiano, espresso con personale e mezzi di Esercito, Aeronautica, Marina e Carabinieri, ha consentito finora alla regione ovest dell’Afghanistan di raggiungere standard di sicurezza e sviluppo fra i più elevati nel paese. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform