direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Messaggio del presidente Roberto Fico per la manifestazione “Costruttori di memoria”, organizzato in occasione del trentesimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio: “ciascuno deve concorrere a plasmare la coscienza civile”

CAMERA DEI DEPUTATI

 

ROMA – Il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, ha inviato un messaggio a Roberta Vincini e Francesco Scoppola in occasione della manifestazione “Costruttori di memoria”, organizzato da Agesci in occasione del trentesimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio.

Fico ha espresso nel messaggio il suo apprezzamento per l’iniziativa che si propone di custodire e trasmettere la memoria dell’impegno dei giudici Falcone e Borsellino, “due figure straordinarie – ha ribadito il presidente della Camera – che hanno combattuto la mafia in prima linea, con abnegazione, competenza e senza riserve, contribuendo in maniera determinante ad imprimere una svolta nelle attività di contrasto all’organizzazione criminale”.

“La mafia – ha aggiunto Fico – va analizzata in tutte le sue ramificazioni e attaccata, stanata e perseguita con tutti gli strumenti forniti dall’ordinamento. Questo è l’insegnamento più importante che i due giudici ci hanno trasmesso. Un insegnamento tanto più prezioso oggi che la mafia uccide di meno, ma ha notevolmente ampliato la sua dimensione economica e relazionale, la sua capacità corruttiva e intimidatoria. L’impegno per contrastarla richiede dunque oggi ancor di più il contributo delle migliori energie del Paese: di forze dell’ordine efficienti e di brillanti magistrati, ma anche di legislatori lungimiranti e di onesti amministratori, così come di cittadini responsabili, associazioni e giovani fortemente motivati”.

“Ciascuno deve poter concorrere a plasmare una coscienza civile che, nelle grandi come nelle piccole scelte del quotidiano, rinneghi il fenomeno mafioso nella sua interezza e, ciò che più conta, dimostri come la forza morale di chi ha combattuto la mafia, anche a costo della propria vita, non è andata perduta ma si è ramificata nella società, rendendola più forte, più critica e consapevole. Iniziative come quella odierna – ha sottolineato Fico – sono il modo migliore per rendere omaggio a uomini come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”, perché richiamano “ad una salda responsabilità civile, ispirata ai principi della Carta costituzionale”.

“Solo una comunità sempre più unita nella solidarietà e nella giustizia – ha concluso il Presidente della Camera – potrà assicurare che il nostro Paese sia finalmente libero dalle mafie”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform