direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Medici con l’Africa Cuamm: meeting annuale e udienza di papa Francesco (19 novembre)

ONG

 

PADOVA – Storie di impegno e di fatica, risultati di un anno di lavoro “con” l’Africa, sfide future e insieme drammi nascosti e lontani che non si conoscono e sono causati da questa grave crisi globale in cui ci troviamo.

Saranno questi i temi al centro dell’Annual Meeting di Medici con l’Africa Cuamm che quest’anno avrà un momento straordinario: in apertura, un’udienza speciale di papa Francesco.

L’appuntamento, aperto a tutti previa iscrizione, è per sabato 19 novembre alle ore 9, in Aula Paolo VI, Città del Vaticano.

“La vita in Africa è una corsa ad ostacoli, una salita accidentata dove fatiche si sommano a fatiche e pesi a pesi, con il rischio finale di rimanere schiacciati, con il rischio che a pagare siano sempre e solo i più poveri, e le fasce più deboli, mamme e bambini. Ma l’Africa non è solo una sfortuna che ci è capitata vicino a casa”, come spesso sottolinea don Dante Carraro, direttore dell’Ong padovana. “È molto di più, è un grandissimo senso della vita, nonostante tutto. Abbiamo molto da imparare da questo continente, andando oltre i problemi e guardando al bene che si costruisce ogni giorno”.

“Cambiamenti climatici; siccità, Covid-19; e ora anche la guerra in Ucraina. Sono problemi che impattano sulla nostra quotidianità e che in Africa hanno effetti devastanti, effetti di cui nessuno parla e su cui Medici con l’Africa Cuamm vuole, invece, richiamare l’attenzione di tutti e vuole raccontarli e “offrirli” al Santo Padre, che con le sue parole e il suo esempio potrà essere guida e punto di riferimento per proseguire sulla strada della cura e dell’aiuto dei più poveri e fragili”.

Tanti gli ingredienti del Meeting: dai primi risultati del grande programma “Prima le mamme e i bambini. Persone e competenze” che mette al centro la formazione di operatori sanitari competenti e motivati, ai paesi fragili come il Sud Sudan e la Repubblica Centrafricana, dall’impegno nella campagna vaccinale in Africa fino a raccontare “Quello che non si vede”, i grandi drammi e i pesanti effetti che questa crisi globale stanno avendo in Africa.

L’aumento vertiginoso dei prezzi dei beni di prima necessità e del materiale per l’attività ordinaria degli ospedali; il numero di bambini malnutriti; il costo della benzina quasi quadruplicato, con conseguenze pesantissime per esempio sul trasporto dei malati; i farmaci del diabete che costano tre volte tanto. “Quello che non si vede da qui è molto” e sarà raccontato all’Annual Meeting del Cuamm, insieme all’impegno silenzioso, costante di Medici con l’Africa Cuamm che da oltre 70 anni continua a lavorare sul campo, a fianco degli ultimi, “’con’ l’Africa sempre, nonostante tutto”.

A dare volto e voce a questo accorato appello che il Cuamm lancerà davanti a papa Francesco, tre compagni di viaggio speciali: Neri Marcorè, Sveva Sagramola e Niccolò Fabi “amici e testimoni che in forme diverse condividono l’impegno ‘con l’Africa’ e con il loro coinvolgimento potranno aiutare, a mobilitare più persone possibile”.

L’orchestra “I Polli(ci)ni” di Padova arricchirà l’evento con alcuni brani del suo repertorio.

L’udienza speciale sarà trasmessa in diretta da Vatican Media e visibile sul portale di Vatican News (in italiano, inglese, francese e portoghese). Udienza e Annual Meeting saranno trasmessi, in differita, da TV2000 (canale 28) dalle 16,25 di sabato 19 novembre. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform