direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Mcl, a Roma celebrazione eucaristica di apertura della Settimana Santa, presieduta dal cardinale Bassetti

ASSOCIAZIONI

Di Matteo: Lavoro, chiave essenziale della questione sociale

ROMA – I riti per la Settimana Santa si sono aperti per il Movimento Cristiano Lavoratori con una celebrazione eucaristica, tenutasi a Roma nella Basilica di Sant’Antonio da Padova, presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, e concelebrata dall’assistente ecclesiastico nazionale don Francesco Poli.

Alla celebrazione erano presenti, fra gli altri, il presidente nazionale del MCL, Antonio Di Matteo, e tutti i componenti della Presidenza nazionale del Movimento.

“Viviamo – ha detto Di Matteo nel suo intervento  –  un tempo di crisi profonda, in cui l’umanità si trova a fronteggiare gli attacchi di un virus che sta dispiegando drammatici effetti divisivi, e che rischia di aggravare e far esplodere fratture sociali che già da tempo covavano sotto le ceneri, con ricadute che – come ha sottolineato il Consiglio Permanente della Cei appena conclusosi – stanno generando un pericoloso “effetto domino sulla salute, sul lavoro, sull’economia e sull’educazione”. Il lavoro che per noi resta la chiave essenziale della questione sociale.

Come uomini e donne impegnati in un Movimento che ha nel suo Dna quali caratteri essenziali il professarsi ‘Cristiani’ e l’impegno per i ‘Lavoratori’ non possiamo non sentirci tutti chiamati in causa e fare ancora di più per ascoltare, prestare aiuto concreto e attenzione a quanti (e sono tantissimi) stanno pagando in prima persona gli effetti tragici di questa crisi.

La forbice delle diversità tra ricchi e poveri, giovani e anziani, donne e uomini, si allarga sempre più rischiando di alimentare la rabbia sociale e il conflitto. Mentre l’educazione e la cultura, di fronte a necessità stringenti, sembrano destinate ad essere il fanalino di coda, anziché il nutrimento del futuro.

Da parte nostra siamo pronti a rimboccarci le maniche, a continuare con ancora maggior vigore a seminare azioni di solidarietà e di amicizia, di dialogo e di sostegno, ma anche a far sentire la nostra voce invocando – come da sempre facciamo – politiche adeguate e coraggiose che rilancino l’occupazione e mettano al centro le famiglie e i cittadini, i giovani e i poveri. Siamo impegnati, e continueremo ad essere impegnati, per far sentire la nostra voce affinché le scelte future abbiano una visione e siano orientate alla salvaguardia delle giovani generazioni. Il futuro che vogliamo ci chiama tutti a raccolta e, nell’immediato, siamo impegnati a condividere il percorso sinodale della Chiesa e a portare il nostro contributo alla Settimana Sociale di Taranto del prossimo ottobre”, ha concluso il presidente Mcl. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform