direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Massimo Ungaro (Iv, ripartizione Europa) sul piano per far fronte all’emergenza coronavirus illustrato dal ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

25 miliardi di euro per combattere il virus e sostenere l’occupazione

ROMA – Il deputato eletto nella ripartizione Europa Massimo Ungaro (Italia Viva) segnala su facebook alcuni degli interventi contenuti nel piano varato dal Consiglio dei Ministri per far fronte all’emergenza coronavirus e illustrato dal ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri in Commissione Esteri alla Camera dei deputati. Il piano, del valore di 25 miliardi di euro, si prefigge di “contenere l’emergenza sanitaria”, aumentando del 50% i letti nelle terapie intensive e del 100% nei reparti di pneumologia e malattie infettive, e adottando un piano straordinario di assunzione del personale medico, oltre che l’acquisto di 5 mila ventilatori. Previsto anche il sostegno a lavoratori e famiglie: “nessuno deve perdere il lavoro per via del virus – spiega Ungaro, che elenca tra i provvedimento il finanziamento della cassa integrazione straordinaria, l’ indennità per lavoratori autonomi, gli stagionali del turismo, gli artisti non coperti da ammortizzatori tradizionali, i voucher per babysitter e il congedo parentale retribuito.

Previsto poi il sostegno alle imprese e al sistema bancario, attraverso il rifinanziamento di garanzie statali per sostenere l’erogazione del credito, la semplificazione della procedure per sospendere rate di mutui e prestiti fino a 18 mesi, tassi calmierati alle pmi per 3miliardi, 4 miliardi per sostenere l’export, incentivi alle banche per liberare nuovo capitale, revisione del codice degli appalti per sbloccare investimenti infrastrutturali.

Infine, il rinvio degli obblighi fiscali e la sospensione dei versamenti tributari per imprese e lavoratori. “Il governo non sta tenendo la testa nella sabbia – rileva Ungaro, che esprime apprezzamento al ministro Gualtieri, “anche per aver incluso tante proposte di Italia Viva, dalla sospensione dei pagamenti dei mutui, alle misure per la liquidità fino al voucher per il babysitting e i congedi parentali retribuiti”.

“Tocca adesso anche alla Bce fare la sua parte: non bisogna commettere gli errori di 10 anni fa e agire senza indugi sulla scia delle iniziative già intraprese dalla Fed e la Banca d’Inghilterra – conclude Ungaro. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform