direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Marco Fedi (Pd, ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide) sull’approvazione del provvedimento alla Camera dei Deputati

LEGGE DI STABILITÀ

Richiamato il contributo del parere espresso dalla Commissione Affari Esteri sulle tematiche degli italiani nel mondo: “un quadro di riferimento utile non solo per la Stabilità 2016, ma anche per il futuro”

ROMA – A proposito della Legge di stabilità approvata in questo fine settimana dalla Camera dei Deputati, Marco Fedi (Pd, ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide) tiene a segnalare il peso che ha avuto sul provvedimento il parere espresso dalla Commissione Esteri in cui egli è stato relatore del disegno di legge. “L’orientamento generale sul provvedimento espresso dalla Commissione – ricorda Fedi – è stato positivo sia per il carattere espansivo della manovra sia per il contenimento del carico fiscale sia per il miglioramento della competitività del Sistema Paese, che si evidenzia nell’incremento delle risorse per l’internazionalizzazione”. Richiama più in particolare le condizioni e le osservazioni che la Commissione Esteri ha inserito nel parere inviato alla Commissione Bilancio, alcune di esse riguardanti direttamente gli italiani all’estero ed entrate a far parte del provvedimento “per un importo complessivo di 6,5 milioni di euro per il 2016 e di 9 milioni per gli anni successivi – precisa l’esponente democratico”, per voci come “lo stanziamento straordinario connesso alla presidenza italiana dei Paesi più industrializzati; l’estensione delle facilitazioni fiscali, comprese le deduzioni per carichi di famiglia, ai lavoratori italiani operanti extra Ue che pagano le tasse in Italia; la prosecuzione delle iniziative a favore della tutela del patrimonio storico e culturale delle comunità degli esuli italiani dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia e degli interventi a favore della minoranza italiana in Slovenia e in Croazia; la previsione di uno stanziamento aggiuntivo per la Dante Alighieri”.

“Per il nostro mondo – prosegue Fedi, – non meno importanti sono le osservazioni allegate al parere. Esse richiamano l’esigenza di ripristinare il cofinanziamento delle Camere di Commercio all’estero, di consolidare il sistema di promozione della lingua e cultura italiana all’estero sia sul versante dei corsi integrati che del funzionamento delle scuole paritarie, di evitare ulteriori chiusure di sedi consolari e di istituti di cultura, di utilizzare una quota parte della percezione dei 300 euro per le domande di cittadinanza per rafforzare i consolati nei quali vi sono cumuli di giacenze, di rafforzare i presidi di base delle comunità adeguando le dotazioni di Comites e Cgie, di arrivare al più presto ad un riordino complessivo della fiscalità sulla prima casa, tenendo conto delle proposte di equiparazione”. Si tratta, evidenzia, di un’assunzione “completa e organica delle tematiche degli italiani all’estero”, che ha disegnato “ un quadro di riferimento utile non solo per la Stabilità 2016, ma anche per il futuro”, “una prospettiva di lavoro” contenente indicazioni che “di per sé non sono destinate a diventare provvedimenti operativi”, ma dipendono “dall’impegno politico dei parlamentari e dei Gruppi e dalla condivisione della maggioranza e del Governo”. Un impegno che secondo Fedi i deputati del Pd hanno assicurato. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform