direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Italia per partnership scientifico-tecnologica con il Giappone

RETE DIPLOMATICA

Ambasciatore Starace: “Intendiamo promuovere il primo Forum Scientifico-Tecnologico tra Italia e Giappone, con il pieno coinvolgimento della Farnesina, delle controparti governative e universitarie giapponesi, di tutte le eccellenze italiane e dei nostri dinamici ricercatori in Giappone”

TOKYO – L’Italia punta alla crescita della partnership scientifico-tecnologica con il Giappone e in occasione della terza Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo, l’Ambasciata d’Italia a Tokyo vuole rendere omaggio ai ricercatori italiani, oltre 160 in Giappone, attivi in settori scientifico-tecnologici. Numeri in crescita continua che hanno recentemente promosso la costituzione dell’Associazione dei Ricercatori Italiani in Giappone, inaugurata lo scorso novembre. “In Giappone l’Italia cerca anche il suo futuro. Per questo – afferma l’Ambasciatore d’Italia, Giorgio Starace – intendiamo promuovere con ogni risorsa il primo Forum Scientifico-Tecnologico tra Italia e Giappone, con il pieno coinvolgimento della Farnesina, delle controparti governative e universitarie giapponesi, di tutte le eccellenze italiane e dei nostri dinamici ricercatori in Giappone”. Spazio, fisica nucleare, scienze dei materiali, robotica umanoide sono alcuni dei tanti settori innovativi in cui Italia e Giappone collaborano da anni.

“Tra le attività promosse dall’Ambasciata d’Italia a Tokyo – aggiunge Starace – ricordo il programma Japan Meets Italian Scientists teso a promuovere visite in Giappone di ricercatori italiani desiderosi di stabilire collaborazioni di lunga durata in questo Paese”.

Sono state inoltre quattro  le edizioni dell’Italian Innovation Day sin qui svolte a Tokyo, ”iniziativa promossa e organizzata dall’Ambasciata con il coinvolgimento negli anni di oltre 50 start-up e scale-up italiane, sostenute anche in termini finanziari per presentare a potenziali investitori locali, grandi aziende e gruppi industriali giapponesi, la propria offerta”, conclude l’Ambasciatore. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform