direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’intervento nell’Aula di Palazzo Madama di Mario Alejandro Borghese (Maie, ripartizione America meridionale) a favore del nuovo governo guidato da Giorgia Meloni

SENATO DELLA REPUBBLICA

 

ROMA – Il senatore eletto per il Maie (Movimento Associativo Italiani all’Estero) nella ripartizione America meridionale Mario Alejandro Borghese è intervenuto nell’Aula di Palazzo Madama a seguito dell’intervento del nuovo Presidente del Consiglio Giorgia Meloni per annunciare la fiducia del Maie al nuovo Governo da lei guidato.

Borghese ha in primo luogo augurato a Giorgia Meloni “buon lavoro a nome del gruppo Maie e della comunità degli italiani all’estero”.

“Il Movimento associativo italiani all’estero, come lei sa, è l’unico movimento politico presente in questo Parlamento dal 2008, fondato dal presidente Ricardo Merlo nel seno dell’associazionismo italiano: una comunità italiana di più di 6 milioni di cittadini italiani e di milioni di discendenti. Questa comunità – ha sottolineato Borghese – rappresenta una vera opportunità per il nostro Paese, un grande potenziale in termini culturali e sociali, ma soprattutto economici. Pensiamo, ad esempio, alla promozione naturale del made in Italy da parte dei connazionali che consumano e fanno conoscere i nostri prodotti nel mondo, oppure al turismo di ritorno, che pure può essere un motore per l’economia dei territori lontani dai flussi migratori”.

Nel ribadire il pieno sostegno del Maie al nuovo Governo guidato da Giorgia Meloni, Borghese si è detto convinto che esso “porterà avanti una vera politica per gli italiani all’estero, anche con i temi per i quali il nostro Movimento da anni si batte in Parlamento, vale a dire la promozione della lingua e della cultura italiana, del made in Italy, del commercio estero, delle nostre Camere di commercio, il sostegno delle scuole italiane e, soprattutto, l’aumento delle risorse per migliorare la rete consolare”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform