direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’intervento dell’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Riccardo Guariglia, al webinar organizzato da ENIT in collaborazione con 12 Regioni

RETE DIPLOMATICA

“Trasparenza e sicurezza, in Italia porte aperte ai turisti spagnoli”

MADRID – L’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Riccardo Guariglia, ha aperto oggi il webinar organizzato dall’ENIT nel contesto delle iniziative realizzate dal Sistema Italia in Spagna a sostegno della ripresa dei flussi turistici verso l’Italia. “Tra i Paesi europei, Spagna e Italia sono quelli che per primi in occidente sono stati colpiti dalla crisi sanitaria. La nostra risposta, pur con le difficoltà e le sofferenze affrontate, è stato un esempio per l’Europa e per il resto del mondo. Italia e Spagna condividono ora un interesse vitale nell’assicurare una ripresa rapida e ordinata dei flussi turistici europei e internazionali. Per questo, i nostri Governi sono stati impegnati ai massimi livelli con la Commissione europea per assicurare una riapertura dei confini interni all’UE che evitasse discriminazioni. E così è stato”, ha detto il diplomatico nel corso del suo intervento.

All’evento organizzato da ENIT hanno aderito 12 regioni (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige e Veneto) ed hanno partecipato un centinaio tra tour operator, agenzie di viaggio, associazioni di settore, operatori e stampa specializzata, che hanno così avuto l’opportunità di conoscere l’offerta turistica italiana. “La riapertura ai turisti, locali e stranieri, è avvenuta nei nostri Paesi grazie anche alla capacità di produrre e condividere dati oggettivi e trasparenti per dimostrare che abbiamo indici di contagio che sono ormai in linea, se non a volte inferiori, a quelli di molti Paesi europei – ha aggiunto Guariglia -. Da parte italiana abbiamo pubblicato le linee guida per la riapertura delle attività turistiche, che abbiamo diffuso alle Autorità e agli operatori spagnoli per far sapere che gli standard di sicurezza che abbiamo adottato sono i più alti. Siamo inoltre impegnati per condividere dati trasparenti e aggiornati sull’andamento dei contagi in tutto il territorio italiano”.

Al termine del suo intervento, l’Ambasciatore ha ricordato come un messaggio di comune impegno a sostegno del settore turistico sia stato ribadito anche dal Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte e dal Presidente del Governo Spagnolo Pedro Sánchez che, in occasione della visita del Presidente del Consiglio a Madrid dell’8 luglio, hanno voluto incontrarsi in uno dei luoghi più emblematici del turismo in Spagna, il Museo Reína Sofia, di fronte al celebre Guernica di Picasso, lanciando un messaggio di incoraggiamento a visitare i nostri Paesi e guardare con ottimismo alla ricostruzione e alla ripresa che segue ogni crisi. Lo stesso Ambasciatore Guariglia era stato, il 6 giugno 2020, il primo “turista” straniero a visitare i Musei Reína Sofia e Prado, il giorno della loro riapertura dopo la lunga chiusura dovuta alla pandemia: “Il primo visitatore straniero – ha sottolineato l’Ambasciatore – non poteva che essere italiano”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform