direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’insegnamento degli alberi nel “Messaggero di sant’Antonio” per l’estero di febbraio

EDITORIA

Il Rinascimento a Ferrara, la Brexit non ferma i giovani italiani, l’intervista alla console generale d’Italia in Québec Silvia Costantini, il matematico che insegna cultura italiana in Cile, la community delle Mamme Downunder, il progetto di sviluppo delle mense Caritas in Venezuela

 

PADOVA – “C’è molto da imparare dagli alberi”. A dirlo è Andrea Maroè, che nella sua lunga carriera di “scalatore degli alberi” è salito in cima a 15mila alberi in tutto il mondo per misurarne l’altezza. Da lassù se ne coglie la forza e la potenza. Anche se gli esseri umani continuano a maltrattarli nonostante i benefici che ne ricevono. La sua storia è raccontata da Antonio Gregolin in “Il free climber degli alberi” nel nuovo numero del “Messaggero di sant’Antonio” per l’estero di febbraio.

Nelle pagine di cultura Alessandro Bettero con “Rinascimento a Ferrara” ripercorre i capolavori degli artisti di spicco che nel ‘400 e ‘500 operarono nella città degli Estensi. L’occasione è doppia: la grande mostra di oltre cento opere provenienti da tutto il mondo, curata da Vittorio Sgarbi e Michele Danieli, e la riapertura dei nuovi spazi espositivi di Palazzo dei Diamanti, appena restaurato.

 

Nonostante la Brexit e la crisi economica globale, la capitale britannica riesce a conquistarsi l’apprezzamento dei giovani di tutto il mondo. Molti di loro sono italiani, e qui costruiscono la loro carriera. Lichena Bertinato in “Londra chiama Italia” ci fa conoscere tre di loro: Paola Cabrini, 34enne di Pietrasanta che a Londra si occupa di product marketing; la 22enne Elena Gardellin di Valdagno (Vicenza), stylist in una delle più quotate catene di parrucchieri londinesi; e Arturo Alaimo, 27 anni di Montepulciano (Siena) che nella city lavora come analista dei mercati.

Vittorio Giordano in “Console d’alta quota” intervista Silvia Costantini, console generale d’Italia in Québec e nelle Province Atlantiche del Canada, nonché rappresentante permanente dell’Italia all’ICAO, l’Organizzazione per l’aviazione civile internazionale. Ai lettori della rivista antoniana la diplomatica, già console a Shangai, funzionaria dell’ambasciata a Tunisi e prima consigliera dell’UE a New Delhi e a Bruxelles, racconta il suo lavoro e perché è importante per i molti italiani all’estero.

Ci porta in Cile Generoso D’Agnese con “Il prof che fa amare l’Italia”. Francesco Panetta, di natali materani, vive a Valparaiso, nel Paese sudamericano, dove insegna matematica alla Scuola italiana paritaria “Arturo Dell’Oro”. Instancabile promotore della cultura italiana, ai suoi studenti propone una progettualità originale per far conoscere l’Italian Style a chi non lo ha mai vissuto in prima persona.

“Mamme Downunder”, titolo anche dell’articolo di Sara Bavato, è il nome di una community online creata nel 2020 da Sara Pasciuta, viterbese di nascita e residente a Brisbane dal 2015. Un momento particolare della vita – un bimbo di pochi mesi, lo scoppio della pandemia e la distanza dai propri cari – ha fatto nascere la scintilla alla giovane mamma, che attraverso i social media ha ideato un luogo virtuale d’incontro, scambio e discussione su maternità, famiglia, genitorialità senza nonni tra varie famiglie di italiani in Australia.

Non è un segreto che il Venezuela stia vivendo una complessa crisi umanitaria da almeno sette anni. Basta citare appena un dato: 10,9 milioni di persone soffrono la fame cronica. A farsene carico soprattutto le Caritas locali, che hanno pensato a come trasformare gli aiuti umanitari in sviluppo. È nato così il progetto “Gastronomia 360”, un programma di formazione per imprenditrici nel settore gastronomico per fornire strumenti di lavoro alle donne utenti delle mense Caritas. Ne scrive Marinellys Tremamunno in “Investire nel lavoro”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform