direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’IIC di Haifa organizza la serie di conferenze intitolata “Viaggio nella letteratura italiana contemporanea” a cura di Shirley Finzi Loew

APPUNTAMENTI

Primo incontro il 29 novembre dedicato a “Le città invisibili” di Italo Calvino

HAIFA – L’Istituto Italiano di Cultura di Haifa organizza una serie di conferenze intitolata “Viaggio nella letteratura italiana contemporanea” – Club del Libro 2022 a cura di Shirley Finzi Loew.

La serie è incentrata su sei romanzi italiani, classici e contemporanei, più o meno impegnati/impegnativi. Ogni incontro sarà dedicato ad un romanzo diverso, di cui si cercheranno di cogliere temi e idee. I titoli sono stati scelti per la qualità letteraria e nel loro insieme formano un mosaico che offre prospettive diverse sul panorama letterario italiano contemporaneo.

Di seguito il programma della serie: il 29 novembre si parlerà di “Le città invisibili” di Italo Calvino (1972), un capolavoro poetico, composto di brevi paragrafi, che spaziano tra immaginazione e realtà, tra passato e presente; il 24 gennaio di “Se non ora, quando?” di Primo Levi (1982), che racconta di un gruppo di partigiani ebrei che cerca di sopravvivere nei boschi sul finire della seconda guerra mondiale (in occasione del Giorno della Memoria 2022); il 28 febbraio, di “Confidenza” di Domenico Starnone (2019), due giovani legati da un segreto reciproco, che getta un’ombra sulla loro vita di coppia, fino alla fine; il 28 marzo, “Italia” e “Vapore” di Marco Lodoli (2010 e 2013), due romanzi delicati e sensibili, che scrutano la vita dai margini; il 24 aprile, “L’isola di Arturo” di Elsa Morante (1957), padre e figlio vivono in solitudine su un’isola al largo delle coste italiane, una storia sulla libertà dell’infanzia e sull’alienazione emotiva; il 30 maggio, “L’ultima estate in città” di Gianfranco Calligarich (1970), un romanzo feroce e amaro, che indaga il rapporto disincantato tra un uomo e la sua città e la contraddizione che lo condanna a sentirsi parte di un tutto e insieme inesorabilmente solo.

Gli incontri sono in presenza, alle ore 18, in lingua ebraica. È necessario iscriversi inviando una mail all’indirizzo iichaifa@esteri.it. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform