direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’eroe del futuro Nathan Never e il Ministero per la Transizione Ecologica insieme per sensibilizzare sul fenomeno del climate change

TRANSIZIONE ECOLOGICA

Oggi in edicola l’albo Bis di Nathan Never “Per un futuro migliore”

ROMA – Nathan Never, protagonista da trent’anni della serie di fantascienza a fumetti pubblicata da Sergio Bonelli Editore, presenta al pubblico la speciale storia a tema ecologico “Per un futuro migliore”, realizzata con il contributo del Ministero per la Transizione Ecologica e disponibile in edicola da oggi.

Nathan Never N.361 Bis, che raddoppia l’appuntamento con l’Agente Speciale Alfa nel mese di luglio, viene proposto, per la prima volta nella serie, in versione “flip book”, offrendo due copertine, legate a due diverse avventure. Un unico albo e non due confezionati insieme. Una scelta pensata per evitare l’uso della plastica e consegnare nelle mani dei lettori una pubblicazione realizzata con sola carta proveniente da fonti certificate.

L’iniziativa accompagna l’avvio del secondo semestre del 2021, in cui sono previsti tre importanti appuntamenti per il futuro del pianeta: la Pre-Conferenza delle parti sui cambiamenti climatici a Milano, la prima conferenza ufficiale dei giovani sul clima Youth4Climate e la conferenza sul clima dell’Onu a Glasgow.

“Abbiamo chiesto a Nathan Never (e alla Bonelli e ai suoi autori, ovviamente) se avesse voglia di aiutarci a raccontare un futuro diverso, dove i gas serra non saranno più un problema. Nel corso del XX secolo noi sapiens abbiamo inflitto al Pianeta molti danni e i peggiori derivano dai cambiamenti climatici. Ma ormai – spiega il ministro Roberto Cingolani nel testo che accompagna l’albo speciale – conosciamo il problema e abbiamo le tecnologie per affrontarlo, un po’ come conoscere la malattia e avere la cura per debellarla. (…) Quando parliamo di transizione ecologica parliamo di un percorso, che va compiuto in fretta, il più in fretta possibile, da quello stato di malattia alla guarigione. Ogni Nazione e ogni persona deve fare la sua parte. Ma occorre fare in fretta perché 10 anni passano in un lampo. Parafrasando un personaggio che sono sicuro sia caro ai fan di Nathan Never e non solo: occorre fare, non c’è provare. E farlo tutti insieme”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform