direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Legge di Bilancio alla Camera, i deputati Pd dell’estero: La nostra battaglia e i nostri risultati per garantire i diritti degli italiani all’estero

PARLAMENTARI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

La nota di Nicola Carè, Christian Di Sanzo, Fabio Porta e Toni Ricciardi

 

ROMA –“Noi deputati eletti all’estero del Partito Democratico abbiamo lavorato con dedizione e costanza durante l’esame del provvedimento in Commissione bilancio per migliorarlo e garantire i diritti delle cittadine e dei cittadini italiani residenti all’estero. Abbiamo agito con spirito di squadra e determinazione, e con la forza della ragione abbiamo convinto, su alcuni punti, anche i colleghi di maggioranza, a sostenere le nostre richieste”. Lo scrivono in una nota i deputati del Pd eletti nella circoscrizione Estero Nicola Carè, Christian Diego  Di Sanzo, Fabio Porta e Toni Ricciardi in merito alla Legge di Bilancio che arrivata all’esame del Parlamento. Per i parlamentari la manovra “si è manifestata inadeguata agli obiettivi da raggiungere per un adeguato sviluppo nel nostro Paese nell’attuale contesto interno e internazionale”.  Per quanto riguarda le tematiche degli italiani all’estero Carè, Di Sanzo, Porta e Ricciardi  precisano : “Abbiamo ottenuto, con le nostre proposte emendative, alcune modifiche all’articolo 129 della legge di bilancio che prevedono l’assunzione 420 unità di personale dell’area “Funzionari”, di 100 unità di personale dell’area “Assistenti” e di 50 unità di personale a contratto. Inoltre, abbiamo ottenuto un primo fondo per l’adeguamento stipendiale degli impiegati a contratto, pari a 500 mila euro, e 4 milioni di euro, nel prossimo triennio, per le Camere di Commercio Italiane all’Estero per la promozione del Made in Italy nel mondo”.

I deputati dell’estero assicurano: “Continueremo a lavorare, sempre con lo stesso spirito, per migliorare il provvedimento a partire proprio dall’incremento del Fondo per l’adeguamento stipendiale del personale a contratto, un punto sul quale abbiamo ripresentato un subemendamento nell’Aula di Montecitorio”. E , garantiscono, “non desisteremo sugli altri aspetti che abbiamo inseriti nei nostri emendamenti come l’assistenza sanitaria per chi si trova temporaneamente sul territorio nazionale, la possibilità di detrazioni per carichi familiari, il ripristino della Commissione sulla stampa italiana all’estero, il sostegno alla promozione della lingua e cultura italiana all’estero e, non per ultimo, sull’IMU, punto che siamo riusciti a porre all’attenzione del dibattito sulla manovra finanziaria  e che riproporremo durante la nostra attività parlamentare”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform