direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Le preoccupazioni del Carse per le alluvioni del Nord Europa

ASSOCIAZIONI

Numerosi i connazionali residenti nelle zone colpite dal maltempo in Germania, Belgio, Lussemburgo e Olanda

PALERMO – Preoccupazione e sgomento: sono questi i sentimenti che agitano da giorni ormai il Coordinamento delle Associazioni Regionali Siciliane dell’Emigrazione (Carse) e delle associazioni che aderiscono ad esso.

“Primo pensiero del Carse è stato quello di contattare le associazioni di corregionali che si trovano ad operare nelle zone colpite, costante il collegamento telefonico per seguire meglio tutta la vicenda al di là delle informazioni fornite dalle emittenti televisive. Nelle zone colpite infatti, sia in Germania, che in Belgio, nel Lussemburgo e in Olanda, la presenza di corregionali è numerosa – scrive il presidente del Coordinamento, Salvatore Augello, – come numerosa è la presenza delle comunità provenienti da varie regioni d’Italia. L’alto numero di morti, parecchi dei quali ancora non sono stati identificati, aumenta la nostra preoccupazione e i contatti con i nostri dirigenti delle varie zone sono costanti al fine di tenerci aggiornati”.

“Il Carse, in questo momento di grande tristezza e preoccupazione, esprime la propria vicinanza e la propria solidarietà nei confronti di persone che ancora una volta pagano un prezzo alto alla scelta di emigrare, costretti nel corso degli anni ad abbandonare la propria terra in cerca di lavoro. Oggi, a causa dell’alluvione, come con un colpo di spugna, i sacrifici di una vita vengono azzerati e molti, troppi, perdono anche la vita, mentre moltissimi altri si trovano a fare i conti con questa sciagura. Le numerose associazioni del Carse che operano in quelle zone si sono attivate per seguire le vicende e per capire come e in che modo intervenire tenendo informate le loro associazioni regionali di riferimento che si trovano all’interno del Coordinamento. Siamo certi – scrive Augello – che le istituzioni italiane faranno e stanno già facendo quando è in loto potere per fare sentire la presenza dell’Italia ai nostri emigrati, così come tante regioni stanno già facendo. Questo collegamento costante, rafforza la nostra vicinanza, la nostra solidarietà e il nostro sostegno a tutte le persone colpite da questa immane sciagura”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform