direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Le novità introdotte dal decreto legge su sicurezza e immigrazione

CITTADINANZA

Le modifiche apportate alla legge sulla cittadinanza. Versamento aumentato a 250 euro per le istanze e dichiarazioni in materia di cittadinanza ed estensione a 48 mesi per la definizione del procedimento di riconoscimento

 

ROMA – Con il decreto legge su sicurezza e immigrazione (n.113 del 4 ottobre 2018) entrato in vigore il 5 ottobre scorso sono state apportate alcune importanti modifiche alla Legge sulla cittadinanza del 5 febbraio 1992 (n. 91).

In particolare: all’articolo 8 è stato abrogato il 2 comma che prevedeva l’impossibilità – per il Ministero dell’Interno – di procedere al rigetto dell’istanza di conferimento della cittadinanza per matrimonio, ove fossero decorsi due anni dall’istanza stessa; all’articolo 9 bis, il versamento dell’importo di euro 200 previsto per le istanze e dichiarazioni in materia di cittadinanza è stato sostituito con il versamento di euro 250; dopo l’articolo 9 bis, è stato aggiunto l’articolo 9 ter, che estende il termine di definizione dei procedimenti di cui agli articoli 5 e 9 a 48 mesi dalla data di presentazione della domanda. In particolare, l’articolo 9 ter comma 2 prevede l’estensione a 48 mesi per la definizione del procedimento di riconoscimento cittadinanza.

Le suddette modifiche si applicano a tutti i procedimenti di conferimento della cittadinanza in corso alla data di entrata in vigore del Decreto Legge. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform