direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Le Acli Baviera ricordano il giudice Paolo Borsellino

ASSOCIAZIONI

MONACO DI BAVIERA – In una nota il Presidente regionale delle Acli Baviera Carmine Macaluso ricorda, nel 28° anniversario della sua morte, la figura e l’opera del giudice Borsellino, vittima di un attentato a Palermo il 19 luglio 1992, a due mesi di stanza dalla strage di Capaci in cui anche il giudice Giovanni Falcone e la sua scorta cadevano colpiti dal tritolo mafioso.

Nel comunicato si sottolinea come il giudice Paolo Borsellino abbia interpretato la lotta  alla mafia  come un costante impegno di uomo delle istituzioni a difesa dei principi di legalità;  a salvaguardia dei valori della democrazia. “Paolo Borsellino con perseveranza e dedizione – prosegue il comunicato – ha ricercato nella trasparenza, nella lotta alla corruzione, una chiave autentica di riscatto dai fenomeni di malavita organizzata”.

“Le  Acli Baviera – prosegue la nota – onorano i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino ed il loro sacrificio.. Tali efferati delitti rappresentano uno spartiacque non solo nella storia siciliana, macchiata da omicidi di stampo mafioso,ma anche italiana, che proprio in quegli anni ha vissuto vicende dolorose, trame delle organizzazioni criminali, contro le quali,  ieri come oggi è necessario opporre la propria coscienza ed ogni mezzo predisposto dalla giustizia operante”. Il Presidente regionale delle Acli Baviera sottolinea infine come dal martirio della stragi di Capaci e di Via D’Amelio debba rinascere “la linfa democratica, uno spirito di rinnovata fiducia nella lotta convinta e determinata alla mafia”. (Inform )

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform