direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Ambasciatrice a Parigi Teresa Castaldo a Chambéry per la consegna della Stella d’Italia a François Forray, “il miglior conoscitore e amico degli Italiani in Savoia”

RICONOSCIMENTI

CHAMBÉRY – L’Ambasciatrice d’Italia in Francia Teresa Castaldo ha voluto recarsi a Chambéry, dove la presenza italiana è particolarmente importante (si stima che in Savoia una famiglia su tre abbia origini italiane !) per consegnare l’onorificenza dell’Ordine della Stella d’Italia al Professor François Forray, eminente storico e senza dubbio « il miglior conoscitore e amico degli Italiani nelle Terre di Savoia ! ».

Appassionato specialista della civiltà montanara sui due versanti delle Alpi, esperto delle relazioni franco-italiane e ottimo conoscitore dell’emigrazione italiana in Savoia, François Forray aveva pubblicato nel 2004, con Angela Caprioglio e Michel Poët, lo studio e la raccolta di testimonianze sui Piemontesi in Savoia nel volume bilingue « Il lavoro nel cuore/Le cœur à l’ouvrage ».

Collaborò quindi con il Comites realizzando, sempre con Angela Caprioglio e con l’etnologa Valentina Zingari, la grande ricerca, durata 4 anni e finanziata unicamente dalle Autorità francesi, per salvaguardare la memoria dell’emigrazione italiana in Savoia. La ricerca aveva dato come frutti la creazione di un Fondo archivistico di memoria orale nell’Archivio Dipartimentale e la grande Mostra itinerante con il libro dallo stesso titolo: « Speriamo che… Espérons que… » : la speranza infatti ha sempre animato e continua ad animare ogni migrante.

Sempre con il Comites, in occasione del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, il professor Forray realizzò anche la Mostra sugli Italiani già presenti in Savoia prima della Prima Guerra mondiale e in particolare tra il 1914 e il 1918.

La cerimonia della consegna della Stella d’Italia si è svolta nel prestigioso Salon d’Honneur del Comune di Chambéry in presenza del Console Generale d’Italia a Lione, Pierangelo Cammarota, di autorità francesi e di un folto numero di connazionali. L’Ambasciatrice ha anche colto l’occasione per un incontro cordiale con il Sindaco ed ex-Ministro Thierry Repentin.

Al termine della cerimonia l’Ambasciatrice ha voluto intrattenersi con un gruppo di connazionali, giovani e meno giovani. Si è parlato In particolare delle prossime elezioni per rinnovare e dare nuovo impulso ai Comites, che sono i primi rappresentanti degli Italiani nei confronti dei Consolati e delle Ambasciate. E’ stato anche evocato con preoccupazione il futuro dell’insegnamento e diffusione della lingua e cultura italiana all’estero. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform