direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Ambasciatore d’Italia a Washington partecipa alla cerimonia per il Columbus Day

CELEBRAZIONI

Armando Varricchio: Gli italo-americanicontinuano a fornire un sostegno prezioso alla vita sociale, al progresso e alla storia di questa grande nazione

WASHINGTON – In occasione del Columbus Day l’Ambasciatore d’Italia Armando Varricchio ha partecipato il 14 ottobre alla cerimonia di deposizione di una corona di fiori al monumento dedicato a Cristoforo Colombo nella piazza antistante Union Station a Washington DC. Erano presenti anche l’Ambasciatore di Spagna Santiago Cabanas e la Vice Presidente della National Italian American Foundation, Anita McBride.

Nel suo intervento l’Ambasciatore ha fatto riferimento all’imminente visita del Presidente Mattarella che servirà a sottolineare ulteriormente la forza e la profondità dei legami tra Italia e USA e lo stato eccellente delle nostre relazioni”. Varricchio ha proseguito ricordando il contributo fornito dalla comunità italo-americana ai numerosi successi e traguardi raggiunti dagli Stati Uniti e come essa sia diventata una parte viva ed integrante di questo Paese. “Gli italo-americani – ha detto l’Ambasciatore – continuano a fornire un sostegno prezioso alla vita sociale, al progresso e alla storia di questa grande nazione”.

Un contributo che lo stesso Presidente Trump ha riconosciuto nella tradizionale Proclamation per Columbus Day e che verrà riaffermato in occasione del ricevimento che il Presidente Trump offrirà, alla presenza del Presidente Mattarella, per celebrare la comunità italo-americana.

Nell’occasione l’Ambasciatore ha anche richiamato la perdurante attualità del significato dell’epopea di Colombo, che ha collegato le sponde dell’Atlantico unendo popoli e continenti. Sarebbe dunque un errore rileggere quella pagina di storia alla luce di eventi anche drammatici occorsi nei secoli seguenti e che vanno interpretati in una logica di inclusione e non di divisioni di comunità che, fiere della propria origine, si ritrovano oggi unite nei valori della grande democrazia americana. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform