direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Accademia della Crusca nomina il Presidente Sergio Mattarella “Accademico onorario”

LINGUA ITALIANA

Il Presidente ha invitato a puntare sul valore culturale nella nostra lingua come mezzo per richiamare attenzione e simpatia sull’Italia … ha mostrato di condividere gli obiettivi  di porre un limite all’uso eccessivo di locuzioni o parole forestiere e promuovere l’italiano come strumento di integrazione dei nuovi cittadini del nostro Paese

FIRENZE – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato nominato dall’Accademia della Crusca “Accademico onorario”. Il conferimento del titolo è avvenuto ieri a Firenze al termine della tornata solenne dedicata ai “150 anni della lingua d’Italia” .

Qui di seguito la motivazione letta dal prof. Francesco Sabatini, presidente onorario dell’Accademia della Crusca.

«Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella già durante il periodo in cui fu Ministro dell’Istruzione, nel 1989-90, ha mostrato particolare cura per l’educazione linguistica nazionale, prevedendo per i ragazzi delle scuole elementari la possibilità di accostarsi a più di una lingua. Recentemente ha ribadito l’importanza dell’italiano, “la lingua del sì, quella che Dante diceva essere parlata in tutte le città del bel paese, ma senza appartenere a nessuna di esse”.

Con grande autorevolezza il Presidente ha invitato a puntare sul valore culturale nella nostra lingua come mezzo per richiamare attenzione e simpatia sull’Italia, indipendentemente dal suo peso economico o commerciale. Il Presidente ha pubblicamente esortato a utilizzare l’italiano come lingua del bello, del gusto, dell’arte, della musica, una lingua che serve per coltivare una particolare forma di universalità atta a nutrire lo spirito per “avvicinarsi al nostro straordinario patrimonio artistico e letterario, che trova in Dante Alighieri un protagonista assoluto”.

Inoltre il Presidente Mattarella ha mostrato di condividere gli obiettivi, che sono anche dell’Accademia, di porre un limite all’uso eccessivo di locuzioni o parole forestiere e promuovere l’italiano come strumento di integrazione dei nuovi cittadini del nostro Paese. Per questi motivi e per la dignità della sua alta carica che tutti ci rappresenta, l’Accademia della Crusca, a norma dell’articolo 6 del proprio Statuto, lo nomina Accademico onorario». (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform