direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi Garavini è intervenuta nell’Aula del Senato per la discussione generale sul Ddl Zan

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

ROMA – “A noi di Italia Viva preme che il provvedimento venga votato. Tanto che lo abbiamo sempre sostenuto con il nostro voto sia in commissione che in Aula. Ma ora insistere per la votazione senza un accordo preliminare tra i gruppi di maggioranza significa rischiare che il ddl Zan non vada in porto. Già ieri si è evitata la sospensione del provvedimento con appena un voto di scarto. Sono i numeri a dirci che ad ogni voto segreto aumenta il rischio che il disegno di legge venga affossato”.

“Se invece si fosse accolta la sintesi elaborata dal relatore Ostellari, che aveva sostanzialmente recepito anche le nostre proposte emendative, adesso avremmo già la certezza di poter approvare definitivamente il provvedimento al Senato. E blindarlo, con l’accordo politico di porre la fiducia alla Camera nel giro di poche settimane. Grazie a modifiche che non sminuirebbero il senso del provvedimento, perché estratte dal disegno di legge Scalfarotto già sottoscritto dallo stesso onorevole Zan. Il muro contro muro non porta da nessuna parte. Fare politica vuol dire anche saper mediare per poter trovare un punto di incontro che interpreti gli interessi delle cittadine e dei cittadini. Per questo rivolgo un appello alle forze parlamentari riformiste e liberali. Affinché si modifichi insieme il provvedimento. Per ottenere un consenso ampio e blindare la legge. Da noi di Italia Viva continua ad esserci un voto leale, costruttivo, in linea con quanto fatto fino ad ora. Ma siamo sicuri che l’atteggiamento del resto della maggioranza potrà dirsi altrettanto leale? Noi non siamo per una politica del Lascia o raddoppia. Siamo quelli delle unioni civili e dei risultati concreti. Il provvedimento é troppo importante per rischiare che decada nell’anonimità di voti segreti”Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in aula per la discussione generale sul Ddl Zan. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform