direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Regione Piemonte al Salone del Libro 2019

CULTURA

TORINO – Il Salone Internazionale del Libro (Torino,  9-13 maggio 2019) anche quest’anno rappresenta uno dei momenti di punta dell’attività culturale della Regione Piemonte: per questa 32a. edizione la presenza dell’Ente si caratterizza, oltre che nel sostegno per la realizzazione della manifestazione, anche per il rinnovato impegno nei confronti della lettura e della filiera del libro.

Ritorna il Buono da leggere, l’iniziativa promossa dall’Assessorato alla Cultura per sostenere la promozione della lettura tra gli studenti. Anche quest’anno la Regione mette a disposizione 15.000 buoni del valore di 10 euro, che potranno essere spesi presso gli stand degli editori che aderiranno all’iniziativa.

L’Arena Piemonte sarà ancora il luogo delle attività promosse dalla Regione Piemonte e dal Consiglio regionale e vedrà la prosecuzione della collaborazione con il Coordinamento Torino Pride, con un ricco programma di eventi che si caratterizzerà per l’attenzione ai temi dell’attualità e dei diritti.

Confermata inoltre la presenza all’interno del Salone dei principali progetti legati alla promozione del sistema della lettura e del mondo dell’editoria locale curati e sostenuti dalla Regione Piemonte. A partire dal programma Lingua Madre, dedicato al dialogo interculturale. Spazio anche al Concorso letterario nazionale Lingua Madre, ideato da Daniela Finocchi e giunto ormai alla XIV edizione. Ci sarà nuovamente il progetto Nati per Leggere Piemonte, dedicato alla letteratura d’infanzia e realizzato dalla Regione in collaborazione con le Biblioteche civiche di Torino e Iter (Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile). Una grande festa in Arena Bookstock domenica 12 maggio alle ore 14.30 sarà l’occasione per celebrare il decimo compleanno del Premio nazionale e il ventesimo del progetto.

Il Salone avrà anche una sezione dedicata a celebrare la dignità umana nel nome di Primo Levi, “Questo è un uomo”, proprio per raccontare l’importanza della memoria e gli emarginati di oggi in un’ Europa attraversata da tensioni autoritarie. (Donatella Actis/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform