direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Puglia celebra le sue minoranze linguistiche con il progetto Matria, in occasione della Giornata internazionale della Lingua Madre

REGIONI

 

BARI – “La Giornata internazionale della Lingua Madre fu proclamata dalla Conferenza Generale dell’Unesco nel novembre del 1999. Dal 2000 essa viene celebrata ogni 21 febbraio per promuovere la diversità linguistica e culturale ed il poliglottismo” ha dichiarato l’Assessore regionale all’Istruzione, Sebastiano Leo, che aggiunge “Questa è una data particolarmente sentita per la Puglia che si onora di ospitare all’interno del suo territorio tre minoranze storico linguistiche, tre comunità, quella francoprovenzale, grika e arbëreshë, che hanno trovato in Puglia la loro seconda casa, integrandosi armoniosamente con il tessuto ospitante. Una storia di rispetto, di pace, di convivenza, di tolleranza, di solidarietà e di armonia che va avanti da secoli di cui siamo profondamente orgogliosi e che dobbiamo tutelare e conservare gelosamente.

Per questo abbiamo lanciato lo scorso settembre il programma regionale “Matria. Le lingue di ieri, di oggi, di domani”, avvalendoci della cooperazione di Ufficio Scolastico per la Puglia, Apulia Film Commission, Teatro Pubblico Pugliese e Notte della Taranta, con l’obiettivo di promuovere e tutelare il patrimonio culturale delle minoranze native, riconosciute anche dalla Legge regionale n. 5/2012, garantendo la conservazione, il recupero e lo sviluppo delle relative identità culturali che rischiano di andare disperse.  Un’iniziativa straordinaria che ha come protagonisti gli studenti e studentesse delle istituzioni scolastiche del territorio, accompagnati in un percorso alla riscoperta delle radici, culture e delle tradizioni del loro passato.  Tre minoranze e tre progetti con forme espressive differenti: l’audiovisivo per la valorizzazione della minoranza francoprovenzale, il teatro per gli arbëreshë e la musica per la minoranza grika.

“Siamo molto soddisfatti, in primavera lanceremo un tour di eventi nei vari territori con la presentazione finale dei risultati dei tre progetti, sarà una grande iniziativa con studenti, docenti, rappresentanti delle minoranze per celebrare le diversità, il multiculturalismo, le lingue madri, incoraggiando come sempre la tolleranza e il dialogo” ha concluso l’assessore Leo. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform