direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Presidente Elisabetta Casellati alla presentazione dell’opera “Patavina Libertas. Una storia europea dell’Università di Padova (1222-2022)”

SENATO DELLA REPUBBLICA

ROMA – La collana Patavina Libertas, cui l’Università degli studi di Padova ha dato avvio, rappresenta un progetto editoriale di grande respiro, peraltro pienamente capace di cogliere i frutti di un vivace percorso di maturazione storiografica nell’ambito del quale proprio l’ateneo patavino ha svolto un ruolo di primo piano, e che ha coinvolto in Italia, come fuori di essa, una pluralità di centri di ricerca sulla storia dell’università. Lo ha detto la presidente del Senato Elisabetta Casellati, intervenuta a Palazzo Giustiniani alla presentazione della collana.

Si è infatti imparato, negli ultimi decenni – ha proseguito Casellati -, a guardare all’Università e ai singoli atenei – di dimensioni maggiori o minori, di fondazione più antica o recente – alla luce di nuovi indirizzi di ricerca, capaci di valicare i confini tra le discipline, di intrecciare i piani di analisi, di operare studi comparativi, di individuare elementi di continuità come anche fratture e mutamenti profondi.Si è cominciato a volgere lo sguardo, tradizionalmente orientato al passato, alla riflessione sulle dinamiche universitarie di epoche a noi più vicine, accettando il confronto con le sollecitazioni della contemporaneità. Avventurandosi su terreni di studio ancor più accidentati, che richiedono l’intervento di competenze, scienze e metodologie d’indagine diverse; che presuppongono una capacità di osservazione globale di alcuni fenomeni; che costringono a misurarsi con la fluidità di processi ancora in corso.

Anche di questo è testimonianza la collana Patavina Libertas. Il volume che per primo è stato dato alle stampe, alla prova della contemporaneità, si inoltra fino al racconto dell’avventura dell’università patavina del XXI secolo, fino al tempo che stiamo vivendo, fino al confronto con la pandemia.  Sono traguardi di conoscenza significativi, che hanno permesso di osservare con strumenti interpretativi più adeguati il multiforme panorama universitario italiano e di comprendere più a fondo il ruolo trainante che ha esercitato per la crescita e la connotazione identitaria del nostro Paese. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform