direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Newsletter di fine anno della senatrice di Italia Viva Laura Garavini (ripartizione Europa): “il 2020 è stato un anno difficile, ma anche di conquiste”

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

 

Garavini ripercorre le ultime novità sul fronte legislativo, in particolare quelle relative ai connazionali all’estero

 

ROMA – Nella sua Newsletter di fine 2020, la senatrice eletta nella ripartizione Europa Laura Garavini (Italia Viva) ricorda come quest’ultimo sia stato “senza dubbio un anno difficile, che è costato a tutti noi grandi sacrifici: isolamento, lontananza dai propri cari, mancanza di libertà; mesi di lutti e di paure”; ma che “si chiude con una speranza di rinascita e di rinnovamento, grazie ai vaccini, resi disponibili proprio in questi giorni in tutta Europa e grazie alle straordinarie risorse che l’Unione Europea ha predisposto in modo solidale, per far fronte alla pandemia da Covid”.

Sul fronte più strettamente legislativo, Garavini richiama, tra le “conquiste” del 2020, la reintroduzione al 50% dell’esonero dell’Imu per i proprietari di immobili residenti all’estero che prendono una pensione in convenzione internazionale, un’agevolazione reintrodotta nell’ultima legge di bilancio e frutto del suo impegno personale e di quello di Italia Viva – sottolinea la senatrice. “Ci sono voluti dodici mesi di lavoro assiduo. Tenace. Costante. Anche quando tutto sembrava andare storto, non abbiamo mollato. Anche forti dell’appoggio di numerosi Comuni, che hanno deliberato in giunta, chiedendo il ripristino dell’esenzione. E spronati dalle oltre duemilacinquecento firme di connazionali, raccolte da diverse associazioni e dal Comites di Zurigo, a sostegno della nostra causa. Alla fine ce l’abbiamo fatta. È una bella vittoria, di cui andare fieri – scrive Garavini.

“Il dimezzamento dell’Imu – precisa – è in linea con una serie di ulteriori benefici fiscali che abbiamo introdotto con questa maggioranza a favore dei connazionali nel mondo. Benefici che indirettamente sostengono anche i Comuni di appartenenza, in particolare al Sud, che proprio negli italiani all’estero possono trovare un’ancora per arginare lo spopolamento e il degrado architettonico di tanti splendidi borghi. Ecco perché abbiamo voluto che anche i residenti all’estero potessero accedere all’Ecobonus al 110 % per le ristrutturazioni e l’ammodernamento energetico delle abitazioni. Una misura di cui ci si potrà avvalere fino al 2022 per ristrutturare l’abitazione in Italia”.

La senatrice sottolinea inoltre che le misure per i connazionali all’estero si inseriscono “in un quadro di politiche molto ampio”, “che mirano a tutelare gli italiani nel mondo, ma che vanno anche a beneficio dell’intero Paese” e richiama in particolare i “130 milioni stanziati per la promozione della lingua e cultura italiana, un investimento di cui indirettamente approfittano anche tutte le attività imprenditoriali collegate all’italian way of life”. “Ecco perché è importante, non solo dal punto di vista etico ma anche economico, che sia stato ripristinato il Fondo Cultura che avevamo istituito a suo tempo con il Governo Renzi. Uno strumento strategico – ribadisce Garavini, – col quale già in passato siamo riusciti non solo a potenziare i corsi di italiano per i nostri figli, ma anche a promuovere eventi che sono serviti a far conoscere ed apprezzare lo straordinario valore del patrimonio culturale italiano in tutto il mondo”.

“Allo stesso tempo – prosegue Garavini – il Governo ha stanziato risorse per l’assunzione di personale nei Consolati allo scopo di migliorare i servizi ai connazionali. In particolare, sono in arrivo 218 funzionari a tempo indeterminato, 80 dipendenti con contratto locale ed 86 diplomatici. Assunzioni che servono tra l’altro a tenere il passo con il progressivo processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, da noi iniziato nel 2015 con l’allora Governo Renzi. Un processo che sta avanzando e che proprio in questo anno di pandemia ha fatto passi avanti importanti. Prova ne è la recente emissione della Carta di identità elettronica nei principali paesi dell’Unione Europea ed in Svizzera”.

La senatrice richiama poi il sostegno al made in Italy e in particolare i 5 milioni di euro stanziati per la rete delle Camere di commercio italiane all’estero nel decreto Rilancio, “risorse concrete – spiega – grazie alle quali sarà possibile far fronte al repentino calo delle nostre esportazioni dovuto al Covid e si potranno affinare iniziative a sostegno della ripresa dell’internazionalizzazione di piccole e medie imprese italiane”. “Positivo è anche il fatto – aggiunge – che nell’ultima legge di bilancio, sia stato approvato un emendamento di maggioranza che mira alla tutela dei ristoratori, dei pizzaioli e dei gelatieri italiani all’estero, aiutandoli a contrastare le forme di contraffazione chiamate italian sounding. L’Italia vince se punta su ciò che l’ha sempre contraddistinta: eccellenza ed imprenditoria di qualità”.

Viene anche richiamata “la proroga e il potenziamento della misura Resto al Sud”, attraverso cui è previsto un sostegno per chi decide di rientrare in Italia per mettersi in proprio. “Attraverso contributi a fondo perduto, fino a 40mila euro per aspiranti imprenditori al di sotto dei 45 anni, appoggiamo chi decide di fare impresa nelle regioni del Mezzogiorno o in quelle colpite dal terremoto. Con lo stesso obiettivo, abbiamo previsto la defiscalizzazione per le assunzioni nel Meridione – prosegue Garavini, che ricorda anche l’ampliamento delle platea di chi può ricorrere ai benefici fiscali previsti dal provvedimento Controesodo, “esteso anche ai lavoratori altamente qualificati, rientrati in Italia prima del 2020 e già iscritti all’Aire”.

Oltre allo stanziamento di 6 milioni di euro per l’assistenza ai connazionali all’estero in difficoltà, e alla possibilità, per chi rientra in Italia, di usufruire del Reddito di emergenza nel caso non avesse altre forme di sostentamento, la senatrice ricorda le iniziative per assistere i connazionali nel periodo di lockdown, in particolare per diffondere le informazioni sulle principali questioni legate al Covid e sulle restrizioni adottate nei diversi Paesi, e “ViciniVinciamo” attraverso cui “oltre 90 medici specialisti operanti all’estero, rispondendo ad un mio esplicito invito, si sono resi disponibili ad offrire consulenza medica gratuita, via internet, a malati di Covid o a chi temesse di esserlo”, “una bellissima dimostrazione di generosità e amore per la propria gente e per la propria terra – afferma Garavini.

“Nella sua drammaticità la pandemia ha avuto un risvolto positivo: rafforzare l’Europa e dimostrare che l’unità consente di superare al meglio i problemi – prosegue ancora la senatrice, ribadendo come l’Europa abbia dimostrato di “essere convintamente al fianco dell’Italia e dei paesi più colpiti dal coronavirus” anche “attraverso lo stanziamento di risorse ingenti, inimmaginabili: i fondi della Banca Centrale Europea, il Sure, il Next Generation EU; risorse che sta a noi ora spendere al meglio, per riforme strutturali che consentano all’Italia di ripartire, di crescere e di mettersi nelle condizioni di ripagare i debiti ottenuti”.

“Tra i risultati positivi conseguiti quest’anno, rientra a pieno titolo la riforma dei decreti sicurezza – conclude la senatrice, che sottolinea come la normativa introdotta dal precedente Governo non avesse contribuito a creare “sicurezza” e ribadendo la necessità di insistere su misure volte all’integrazione, “perché l’immigrazione può essere una grande risorsa per i paesi di accoglienza, come dimostrano le storie di successo di tanti nostri connazionali in giro per il mondo che sono stati pionieri dei processi migratori”.

“È stato un anno drammatico, è vero. Ma lasciamolo scivolare via guardando avanti, con ottimismo. Con la consapevolezza che la ripartenza non può che riservarci un futuro migliore. È con questo auspicio – conclude Garavini – che vorrei rivolgere il più affettuoso augurio di un 2021 ricco di salute e di ogni bene”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform