direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Commissione Difesa del Senato ha approvato una risoluzione sugli enti dell’area industriale della Difesa

SENATO DELLA REPUBBLICA

La presidente Laura Garavini (IV, ripartizione Europa):  “Soddisfazione per l’unanimità raggiunta su questo tema. Indispensabile un piano di rilancio”

 (foto fonte Senato)

ROMA  – La senatrice eletta nella ripartizione Europa Laura Garavini (IV) segnala che la Commissione Difesa del Senato, di cui è presidente, ha approvato all’unanimità una risoluzione sugli enti dell’area industriale della Difesa.

“Gli Arsenali della Marina Militare e i Poli di mantenimento dell’Esercito rappresentano un fattore decisivo e indispensabile per l’efficienza delle nostre Forze armate e delle vere realtà industriali, anche di elevatissimo livello, che hanno un considerevole impatto economico e sociale nei territori interessati. Partendo da tale dato di fatto – afferma Garavini – la risoluzione impegna il Governo ad avviare un progetto complessivo di rilancio dell’area industriale della difesa che abbia come elementi portanti il rinnovamento e adeguamento delle strutture, anche sotto il profilo dell’efficienza energetica, un piano di assunzioni di nuovo personale qualificato al fine di garantire la piena funzionalità degli enti, nonchè la valorizzazione delle infrastrutture anche mediante accordi con soggetti pubblici e privati”.

“Una gestione attenta e adeguata degli Arsenali della Marina e dei Poli dell’Esercito – prosegue Garavini -riuscirà a garantire sia una maggiore capacità operativa che una maggiore economicità del nostro strumento militare”.

“Esprimo soddisfazione per l’unanimità raggiunta su questo tema; è un dato politico rilevante – rileva Garavini – che esplicita la volontà e capacità di tutti i componenti della commissione difesa di lavorare congiuntamente e con efficacia sui temi di maggior interesse per il Paese. Sarà nostro compito adesso, lavorare con il Governo per dare seguito a questa risoluzione”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform