direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

IV Forum dei capi di Stato Maggiore degli Eserciti europei

UE-NATO

A Roma

Gen. Claudio Graziano: “Sfide alla sicurezza necessitano di risposta sinergica”

 

ROMA  – Il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, è intervenuto ieri alla chiusura del 4° Forum dei Capi di Stato Maggiore degli Eserciti Europei, l’importante consesso di livello internazionale istituito nel 2014 su iniziativa dei Capi di Stato Maggiore e Comandanti delle Forze Terrestri dei Paesi Europei e della NATO, per favorire il confronto tra i partecipanti su tematiche di mutuo interesse, nonché per agevolare la condivisione delle informazioni.

Nel corso del suo intervento, il gen. Graziano ha proposto un’analisi delle principali caratteristiche dell’attuale scenario internazionale per arrivare a condividere la visione della Difesa Italiana e del suo ruolo attivo e partecipativo agli sforzi della comunità internazionale, per la sicurezza internazionale.

L’evento, quest’anno promosso dall’Italia e svoltosi in due giornate presso lo Stato Maggiore dell’Esercito, ha sottolineato la necessità di maturare una comprensione condivisa delle sfide alla sicurezza del continente europeo e di adottare il NATO comprehensive approach nell’attuazione delle soluzioni, ossia un’unità di intenti che coinvolga tutti gli attori che fanno parte delle istituzioni euro-atlantiche, dai livelli politico-strategici fino agli operatori tattici sul terreno.

“È sempre più evidente che le attuali sfide alla sicurezza necessitano di una risposta sinergica  – ha evidenziato il gen. Graziano –  e nessun Paese può considerarsi immune da minacce terroristiche e flussi migratori, né può ritenere di possedere la capacità di agire autonomamente per contrastare con efficacia tali minacce”.

Il capo di Stato Maggiore della Difesa si è poi soffermato sull’importanza della cooperazione tra NATO e UE.   “NATO e Unione Europea – ha ricordato- affrontano minacce comuni e solo cooperando in maniera complementare possono raggiungere risultati efficaci alle crisi; l’UE ha gli strumenti per risolvere crisi nel lungo periodo attraverso programmi di sviluppo socio-economici e culturali, mentre la NATO può assicurare assetti militari per un completo spettro di operazioni, ha  concluso il capo di Stato Maggiore della Difesa.

Le precedenti edizioni del Forum si sono svolte in Francia (2014), Polonia (2015) e Germania (2016): un elemento di novità che ha contraddistinto l’attuale edizione è stata la partecipazione, oltre che dei Paesi Europei e della NATO, anche dei Capi di Stato Maggiore degli Eserciti delle Nazioni aderenti alla “Iniziativa5+5 Difesa”, foro di collaborazione teso a promuovere il dibattito sulle problematiche di sicurezza tra i Paesi del Mediterraneo Occidentale. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform