direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Italia-Svizzera, incontro tra il Premier Giuseppe Conte e la presidente delle Confederazione elvetica Simonetta Sommaruga: l’idea è firmare l’accordo sui frontalieri entro la fine dell’anno

ISTITUZIONI

ROMA – Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha ricevuto a Palazzo Chigi la Presidente della Confederazione svizzera Simonetta Sommaruga. “Italia e Svizzera condividono storia, relazioni umane, rapporti economici e lingua. Dopo il referendum di domenica scorsa in Svizzera, per la limitazione della circolazione delle persone, il cui esito abbiamo accolto con soddisfazione in funzione dei negoziati tra Bruxelles e Berna, riteniamo necessario l’accordo quadro istituzionale per favorire ogni progresso in questa direzione. La pandemia ci ha insegnato che non ci sono alternative alla cooperazione in ambito europeo”, ha spiegato Conte parlando dell’importanza di un’eccellente collaborazione bilaterale e ricordando la solidarietà reciproca durante il periodo più difficile della pandemia. “Abbiamo frontalieri che danno un grande contributo nel settore medico e sanitario e auspichiamo un accordo da raggiungere entro fine anno che sia quanto più vantaggioso possibile anche sotto il profilo fiscale”, ha aggiunto Conte menzionando le recenti novità sul fronte dei valichi e del trasporto via terra anche in funzione del cosiddetto corridoio ‘Reno-Alpi’. Quindi collegamenti commerciali e turistici, ma anche processi come la ricerca di fonti rinnovabili per rafforzare le sinergie: questo è il fulcro per un Paese come l’Italia che è “il terzo partner commerciale con la Svizzera per un valore di 36 miliardi di euro”, ha evidenziato Conte che vede interesse da parte soprattutto delle piccole e medie imprese. “Grande rilievo hanno anche le relazioni culturali e la promozione della nostra lingua. L’occasione offerta dall’anno dantesco nel 2021 offre una preziosa opportunità in tal senso”, ha sottolineato Conte.

“Condividere una lingua come l’italiano è importante si vede anche nelle nostre relazioni bilaterali. Abbiamo imparato molto dall’Italia per come ha gestito la crisi e posso dire che l’Italia sia stata da esempio per la Svizzera”, ha esordito la Presidente della Confederazione elvetica Simonetta Sommaruga parlando di un approccio di tipo regionale con i territori confinanti, anche per il regime di quarantena dei lavoratori frontalieri. “L’accordo sull’imposizione dei frontalieri è avanzato e abbiamo definito i parametri dell’intesa: l’idea è firmare l’accordo entro la fine dell’anno”, ha aggiunto Sommaruga parlando anche di obiettivi come il Green Deal europeo e quindi l’economia sostenibile con riferimento ai trasporti e all’implementazione della rete ferroviaria con l’apertura del valico del Monte Ceneri. Per quanto riguarda le relazioni tra Svizzera e Unione europea la Presidente ha ricordato come sia “buona cosa il fatto che con il referendum di domenica scorsa gli svizzeri si siano detti contrari alla riduzione della mobilità”. Sul virus “bisogna evitare la seconda ondata”, ha aggiunto Sommaruga. Sulla curva epidemiologica Conte ha ribadito che “nessuno può fare previsioni ma il sistema italiano si è attrezzato per una maggiore efficacia nella risposta sia per i trattamenti che il potenziamento delle strutture, ma anche nell’educazione delle persone alla prevenzione”. La parola d’ordine è dunque “rispettare le regole” per far fronte al Covid. Il premier ha parlato di “moderato ottimismo” in questa fase ma ciò non deve far perdere di vista il pericolo di una curva epidemiologica che potrebbe risalire senza l’adeguata attenzione. Conte ha ricordato che in questi giorni si sta lavorando per la legge di bilancio. “La situazione è molto pesante ma abbiamo delle note positive: indici economici e trend che acclarano una certa fiducia da parte di consumatori ed imprese”, ha commentato il Premier senza sbilanciarsi sul Pil. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform