direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Italia-Lituania, il Ministro Giovannini e l’omologo Skuodis presenti a Trieste alla firma del memorandum d’intesa su intermodalità siglato tra aziende

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE

L’accordo tra aziende dei due Paesi sull’intermodalità favorirà il rafforzamento dei rapporti commerciali, migliorando anche la sostenibilità del sistema dei trasporti

 

TRIESTE – Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, e il Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni lituano, Marius Skuodis, sono stati presenti a Trieste alla firma del memorandum d’intesa sottoscritto dalle aziende italiane Alpe Adria spa e Samer&Co. Shipping, dalla lituana AB-LTG Cargo e dalla tedesca Duisport Agency GmbH volto a rafforzare il trasporto intermodale delle merci tra Italia, Lituania e Germania. A margine della firma i due ministri hanno avuto un incontro bilaterale durante il quale il Ministro Giovannini ha sottolineato come l’accordo favorisca ulteriormente le opportunità di cooperazione e collaborazione tra aziende italiane e lituane, anche considerando che molte imprese italiane stanno guardando con interesse crescente al mercato baltico. “Si tratta di un accordo importante che permetterà di rafforzare i rapporti economici e commerciali e l’interscambio tra Italia e Lituania, affrontando allo stesso tempo le sfide del cambiamento climatico grazie al potenziamento del trasporto ferroviario, meno inquinante e più sostenibile di quello su strada. Il Memorandum – ha spiegato il Ministro Giovannini – è inoltre coerente con gli obiettivi che l’Italia sta perseguendo per lo sviluppo del corridoio Ten-T tra l’Adriatico e il Baltico. Il nostro Paese sta investendo molto anche nel potenziamento della rete ferroviaria Adriatica che permetterà di collegare meglio i porti del Nord Europa con il Mezzogiorno. Lo sviluppo e il potenziamento dell’intermodalità previsto nell’accordo, con lo spostamento del traffico merci dalla strada alla ferrovia, avrà un effetto benefico in termini di riduzione dei mezzi inquinanti in circolazione e di fluidificazione del traffico sulle direttrici stradali, e quindi di sicurezza stradale. L’accordo favorirà, inoltre, l’introduzione di avanzate tecnologie di gestione e della digitalizzazione dei processi logistici”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform