direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Istituti Italiani di Cultura di Colonia e Amburgo, Tiepolo: Lo splendore della Dea

CULTURA

Il 24 giugno termina il ciclo di conferenze online sui grandi maestri dell’arte italiana

AMBURGO (Germania) – Si conclude giovedì 24 giugno 2021 il ciclo di conferenze online tenuto dal dott. Francesco Di Ciaula sui grandi Maestri dell’arte italiana, organizzato dagli Istituti Italiani di Cultura di Colonia e Amburgo, in collaborazione con l‘Associazione Italo-Tedesca di Düsseldorf e la Federazione delle Associazioni Italo-Tedesche in Germania (VDIG). L’ultimo grande artista di cui ci parlerà il dott. Di Ciaula è il Tiepolo, il più importante pittore del Settecento italiano. La conferenza on line sarà disponibile sui canali YouTube degli Istituti Italiani di Cultura di Colonia e di Amburgo,(https://www.youtube.com/user/IICAmburgo/videos) a partire dalle ore 16: 00 di giovedì 24 giugno.

Nell’arte di Giambattista o Giovanni Battista Tiepolo, il grande pittore veneziano, le ombre e i contrasti della pittura seicentesca di marchio caravaggesco si sciolgono in luci e colori luminosissimi. Un ritorno alla luce piena e solare che solo un artista cresciuto nella grande scuola veneziana del Rinascimento poteva rievocare, decorando con luminosi capolavori le residenze principesche di tutta l’Europa settecentesca. La chiave di volta della pittura del Tiepolo si può ritrovare nella grandiosa celebrazione della bellezza femminile che affonda i propri canoni estetici e stilistici nelle opere di Tiziano e Veronese. I dolci cromatismi e il disegno fluido e preciso dell’artista veneziano danno vita a figure femminili longilinee, brillanti e sensualissime che richiamano soggetti di stampo mitologico e poetico.

Il dialogo con le leziosità del Rococò europeo porta nella pittura tiepolesca quella leggerezza e briosità sconosciute a gran parte delle scuole pittoriche italiane, facendo di Tiepolo uno degli artisti più richiesti nell’ambito delle committenze reali e principesche del XVIII secolo. I grandi affreschi dei palazzi veneziani riflettono da subito un mondo ideale di Dee meravigliose e Amorini festosi che popolano cieli solcati da nuvole rosa confetto. La gioiosità di questo Olimpo incantato è accesa dai trionfi di Flora e Cerere, divinità femminili della prosperità e della ricchezza del mondo naturale, traboccante di fiori e vegetazione. La dolce sensualità delle donne del Tiepolo si fonde col modello cinquecentesco di una femminilità nobile ed austera, come appare evidente nei soggetti storici di Cleopatra e delle altre figure reali raffigurati dal Tiepolo, che anche nel lussuoso e maestoso vestiario riproducono una moda di stampo ancora tardo rinascimentale. Il senso epico e magniloquente di questa pittura trova la sua più alta rappresentazione nella Residenza di Würzburg, dove il gusto per l’esotismo influenza direttamente le bellissime allegorie femminili dei Continenti della Terra. Con Tiepolo la bellezza del femminile risuona nello splendore e nella completezza di un’arte che chiude di fatto la gloriosa storia della pittura veneziana. (Testo: IIC Colonia)

Francesco Di Ciaula nasce a Bari il 16 marzo del 1973. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo storico-artistico nel 1999, conseguita a pieni voti, completa la sua formazione iscrivendosi alla Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Siena. Nello stesso periodo ottiene una Borsa di Studio presso la prestigiosa Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi di Firenze. Nel corso degli anni avvia importanti progetti editoriali e pubblicazioni scientifiche, si occupa della curatela nel mondo delle mostre, e lavora come project manager nel settore museale. Il suo profilo si arricchisce con docenze di Museografia e Beni Culturali in ambito accademico e attività di conferenziere a livello internazionale, partecipando alla Conferenza Annuale di Storia dell’Arte degli Atenei Americani di New York (CAA). Nel 2018 viene nominato Esperto Valutatore per la Cultura della Comunità Europea (ACEA).

Il ciclo di conferenze è iniziato il 24 marzo 2021 con il Botticelli; seguito da Michelangelo il 14 aprile 2021, da Tiziano il 6 maggio 2021 e dal Caravaggio il 20 maggio 2021. Tutte le conferenze possono essere ascoltate sul canale youtube dell’Istituto italiano di Cultura di Amburgo. ,(https://www.youtube.com/user/IICAmburgo/videos). (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform