direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Io c’ero. Noi, sardi de su disterru ai tempi del Covid”: raccolta di testimonianze dei sardi nel mondo

ASSOCIAZIONI

L’Associazione sardi di Torino “Antonio  Gramsci” lancia un progetto da condividere con  tutti i Circoli dei corregionali nel mondo

 

 

TORINO – “Io c’ero. Noi, sardi de su disterru ai tempi del Covid”: è il progetto “da condividere con tutti i Circoli dei Sardi nel mondo” lanciato  dall’Associazione dei Sardi a Torino “Antonio  Gramsci” . E’, in tempo di pandemia, una vera e propria “chiamata a tutte le associazioni disseminate nel mondo per costruire insieme la memoria da lasciare ai nipoti”, scrive il presidente dell’Associazione Enzo Cugusi, illustrando il progetto in un messaggio rilanciato da “Tottus in Pari. emigrati e residenti: la voce delle due ‘Sardegne’”.

“Stiamo indubbiamente vivendo momenti difficili e drammatici che – scrive Cugusi –  hanno stravolto le abitudini personali di tutti e inciso profondamente sulla vita dei sodalizi sardi nel mondo”. E  “per i sardi emigranti il divieto di movimento è diventato una limitazione ancora più lacerante considerato che hanno lasciato nell’Isola i propri affetti e le persone più care”. Il progetto si propone pertanto di “raccogliere i loro pensieri in un unico lavoro in modo da condividerli con gli altri corregionali che stanno vivendo questi momenti terribili lontani dalla propria Terra”.

Cugusi invita i circoli sardi nel mondo  ad inviare alla segreteria del sodalizio di Torino   “uno scritto, un disegno, una nota, una poesia, un breve racconto, una foto, un video, un filmato, una vignetta, e ogni altra testimonianza che restituisca i sentimenti di questi giorni”. “I fatti che oggi sono cronaca domani, magari, saranno la nostra storia” ,aggiunge Cugusi spiegando che il materiale più significativo sarà pubblicato, con il nome dell’autore e del circolo, sul sito dell’Associazione (associazione gramsci.org) “con l’intesa che un giorno da questo materiale possa nascere il libro “Io c’ero” o una mostra sul tema”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform