direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Intervista dell’ambasciatore d’Italia a Seoul, Federico Failla, al quotidiano “Maeil Business Daily”

INTERNAZIONALIZZAZIONE

“Vorrei che si rafforzasse la collaborazione tra l’Italia e la Corea nella Green Industry e nel settore manifatturiero”

SEOUL – L’ambasciatore d’Italia a Seoul, Federico Failla, ha espresso nel corso di un’intervista a “Maeil Business Daily”, uno dei principali quotidiani locali, il suo auspicio affinché si rafforzi “la collaborazione tra l’Italia e la Corea nella Green Industry e nel settore manifatturiero”.

“La Green economy, oltre ad essere un modo per ridurre l’inquinamento, contribuisce anche alla crescita economica – ha affermato Failla, ricordando come “l’Italia sia uno dei Paesi più efficaci nel mondo in termini dell’economia circolare”, ossia un sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo garantendo la sua sostenibilità. Egli ha inoltre evidenziato la forza dell’Italia nel settore manifatturiero. “L’Italia – ha detto – è conosciuta per la moda e il turismo, ma bisognerebbe tenere presente anche il fatto che è il secondo paese manifatturiero europeo dopo la Germania. L’Italia e la Corea del Sud potrebbero collaborare in tutti i settori manifatturieri tra cui le industrie farmaceutica, cosmetica, aerospaziale, automobilistica, robotica e di dispositivi medici”.

“Italia e Corea del Sud – prosegue l’Ambasciatore – sono diventati partner strategici in occasione della visita del Presidente Moon a Roma nell’ottobre 2018. Grazie a tale rapporto i giovani studenti con talento avranno più opportunità a studiare nei reciproci Paesi”.

Richiamata anche la firma del Memorandum d’Intesa per l’adesione all’iniziativa cinese One Belt and One Road e le preoccupazioni allora emerse sull’eventuale espansione dell’influenza cinese. A tal riguardo Failla ha fatto notare che tutti i Paesi scettici della Cina lavorano comunque con questo Paese. “L’Italia potrà aumentare l’esportazione e attirare più investimenti in collaborazione con la Cina, secondo Paese nel mondo in termini economici – ha affermato l’Ambasciatore. Failla ha poi ribadito come non vi sia alcun problema nei rapporti tra l’Italia e l’Ue. “L’Italia – ha ricordato – è uno dei Paesi fondatori dell’Unione Europea. L’Italia si fida dell’Ue e assumerà un ruolo sempre più importante nell’ambito dell’Unione”. L’Ambasciata italiana a Seoul è incaricata di seguire anche i rapporti con la Corea del Nord – si legge nella nota diffusa dalla sede consolare in proposito, che ricorda anche il nostro sia stato il primo Paese del G7 ad avviare il rapporto diplomatico con il Nord nel 2000. Sulla questione nordcoreana, l’ambasciatore Failla afferma di sostenere la Denuclearizzazione Completa e Pienamente Verificabile (CVID) quale posizione ufficiale dell’Ue. “Auspico un buon esito pacifico del dialogo intercoreano e del dialogo tra Pyongyang e Washington – conclude Failla.

L’ambasciatore Failla ha iniziato la sua missione a Seul a marzo e l’intervista con il Maeil Business Daily è la sua prima intervista con i media locali. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform