direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Interrogazione di Fucsia FitzGerald Nissoli (Fi, ripartizione America settentrionale e centrale) sull’applicazione dell’accordo tra l’Italia e gli Stati Uniti, finalizzato a migliorare la trasparenza fiscale e lo scambio informativo tra autorità fiscali

CAMERA DEI DEPUTATI

 

Nissoli sottolinea “la necessità di tutelare i dati personali dei cittadini italiani”, americani per ius soli ma non aventi alcun contatto con gli Stati Uniti

 

ROMA – La deputata eletta nella ripartizione America settentrionale e centrale Fucsia FitzGerald Nissoli (Fi) ha presentato un’interrogazione al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio e a quello dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco in merito all’applicazione della normativa Fatca – Foreign Account Tax Compliance Act – a seguito dell’entrata in vigore del’Accordo intergovernativo tra l’Italia e gli Stati Uniti d’America, finalizzato a migliorare la trasparenza fiscale e lo scambio informativo tra autorità fiscali a livello internazionale.

Le nuove disposizioni – sottolinea Nissoli –  hanno determinato che molti cittadini americani che vivono in Europa e in Italia, e che sono americani semplicemente per essere nati sul territorio Usa, siano stati presi in considerazione dall’Internal Revenue Service come contribuenti statunitensi, anche se non aventi alcun contatto con gli Stati Uniti.

“In una risoluzione adottata il 5 luglio 2018, il Parlamento europeo ha sottolineato l’importanza di offrire un adeguato livello di protezione in merito ai dati personali trasferiti negli Usa ai sensi della Fatca, nel pieno rispetto della normativa nazionale e dell’Unione europea in materia di protezione dei dati – segnala Nissoli, richiamando l’invito rivolto dall’Europarlamento agli Stati membri di “rivedere i loro accordi intergovernativi e a modificarli, ove necessario, per assicurarne l’allineamento con i diritti e i principi del regolamento generale sulla protezione dei dati”. Ricorda anche la sollecitazione dell’Europarlamento rivolta alla Commissione e al comitato europeo per la protezione dei dati “a indagare senza indugio su ogni violazione delle norme dell’UE sulla protezione dei dati da parte degli Stati membri la cui legislazione autorizza il trasferimento di dati personali al dipartimento delle imposte degli Stati Uniti ai fini della Fatca”.

Del 13 aprile 2021 è poi l’invito del Comitato europeo per la protezione dei dati agli Stati membri a “valutare e, se necessario, a rivedere gli accordi internazionali che comportano il trasferimento di dati personali verso Paesi terzi, in particolare in campo fiscale”. In particolare Nissoli sottolinea “la necessità di tutelare i dati personali dei cittadini italiani” non aventi alcun contatto con gli Stati Uniti.

Ai due Ministri interrogati si chiede pertanto se “il Governo abbia condotto una valutazione dell’accordo Fatca in relazione alla legislazione europea sulla protezione dei dati personali e, se intenda fornire elementi al riguardo” e, in caso di incompatibilità, quali iniziative, per quanto di competenza, intenda adottare, anche in accordo con altri Paesi dell’Unione europea. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform